Vecchiaia

Lo so che vado ormai per una strada che finirà nel nulla e ad ogni curva un  eguale paesaggio ripropone. La vecchiaia va presa con le buone e amico io sorrido con me stesso. Il futuro dei vecchi è sempre adesso. 24 novembre 2017

Il treno ed io

Abito in città, ma nei pressi di una linea ferroviaria. Di notte, al passaggio dei treni, mi capita di “ricamarci sopra” (nandocan)***** Treno notturno 1 Il brivido di un treno scuote il fragile sonno della vecchiaia e mi riporta all’erta di crucci antichi. Io chiudo gli occhi, attendo che la nebbia si sciolga nel mattino.Continua a leggere “Il treno ed io”

Vecchia pianta

Secche le foglie cadono dai rami/ come i ricordi dalla mia memoria/ di vecchia pianta per il suo riposo/. Volano i nomi via dalla mia mente/ ma il tronco custodisce la sua storia/ Il mio passato vive nel presente.   14 novembre 2013

L’utilità del vivere (meditando Montaigne)

“L’utilità del vivere non è nella durata, è nell’uso che se ne fa: qualcuno ha vissuto a lungo ed ha vissuto poco: badateci finché ci siete. Sta nella vostra volontà, non nel numero degli anni, di aver vissuto abbastanza” (Saggi I, XX, p. 112). Una frase che ricordo di aver udito fin da piccolo: “IContinua a leggere “L’utilità del vivere (meditando Montaigne)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti