Caro Prodi, il Sì non serve all’Ulivo

Roma, 1 dicembre 2016 – “Meglio succhiare un osso che un bastone”. Questo gli ricordava la madre da bambino e così ha scelto di fare,  “anche se le riforme proposte non hanno certo la profondità e la chiarezza necessaria”. Turarsi il naso e votare sì al referendum . Se fino a ieri non aveva voluto rendereContinua a leggere “Caro Prodi, il Sì non serve all’Ulivo”

Libertà di informazione sempre più giù…

…senza dimenticare che ora ci si mette anche il Vaticano, con il processo a Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi, che rischiano fino a otto anni di carcere per aver svolto inchieste su scandali e intrighi all’interno della Santa Sede. Condivido dalla prima all’ultima parola quanto scrive, nell’articolo che segue, il presidente della FNSI, ma credoContinua a leggere “Libertà di informazione sempre più giù…”

Ai servizi di qualità si oppongono le immancabili forzature

***di Alberto Baldazzi, 6 dicembre 2015 – La settimana dell’informazione mainstream è stata ancora una volta attraversata dall’intreccio tra i temi dell’immigrazione e della mancata integrazione, del terrorismo jihadista, della guerra nei teatri del Medio Oriente e dalle contraddizioni nelle politiche europee e occidentali. Questo intreccio ha assorbito parte preponderante delle scalette dei tg producendo,Continua a leggere “Ai servizi di qualità si oppongono le immancabili forzature”

TG “ai tempi del terrorismo”. I Tg di lunedì 1 dicembre

 ***di Alberto Baldazzi –  Inevitabilmente le aperture sono quasi tutte sull’attentato a Istanbul e sulla cellula terroristica di kosovari scoperta nel bresciano. I riferimenti a Francesco come “ultimo Papa” nelle intenzioni dei presunti terroristi, richiamano titoli e servizi “alti”, anche se Tg3 e Tg2 “relegano” la cronaca a metà edizione. Il terrorismo islamista rimbalza neiContinua a leggere “TG “ai tempi del terrorismo”. I Tg di lunedì 1 dicembre”

Vatileaks, solidarietà della Fnsi a Fittipaldi e Nuzzi “I giudici vaticani si rifacciano ai principi della Cedu”

Sarò forse ingenuo o troppo ottimista o anche troppo poco informato, ma credo (voglio credere) che Fittipaldi e Nuzzi non saranno mai condannati per aver fatto soltanto il loro dovere di informare e che il loro coinvolgimento giudiziario sia piuttosto qualcosa di simile a un “atto dovuto”. Lo credo soprattutto per due ragioni. La prima è cheContinua a leggere “Vatileaks, solidarietà della Fnsi a Fittipaldi e Nuzzi “I giudici vaticani si rifacciano ai principi della Cedu””

In ordine sparso. I Tg di martedì 3 novembre

 ***di Alberto Baldazzi – Le aperture dei Tg si dividono tra le indagini sul nuovo scandalo in Vaticano, i rilievi sulla legge di stabilità da parte di Bankitalia e Corte dei Conti, le dichiarazioni della Ministra Madia sui dipendenti statali assenteisti da licenziare. Il “Vatileaks 2” è prima notizia per Tg1, Tg2, Tg4 e neiContinua a leggere “In ordine sparso. I Tg di martedì 3 novembre”

I ROM, questi sconosciuti. I Tg di lunedì 26 ottobre

Così titola l’osservatorio tg, riferendosi alla scarsa copertura dei tg per il pellegrinaggio mondiale del popolo gitano. Se fossero meglio conosciuti (anch’io ho dato una mano in questo senso) sarebbero meno maltrattati (nandocan) ***di Lorenzo Coletta – Nei primi mesi del 2015 le notizie sui rom (gli sgomberi, i furti, i delitti) infarcivano le scaletteContinua a leggere “I ROM, questi sconosciuti. I Tg di lunedì 26 ottobre”

Papa Francesco resuscita, riconosce e santifica la Palestina.

“La canonizzazione delle prime due sante palestinesi non sancisce l’indipendenza dello stato di Abu Mazen, ma la scolpisce nelle coscienze”. Sull’Huffington Post, Piero Schiavazzi commenta a modo suo un altro passaggio importante di questo pontificato. Incidere sulle coscienze è probabilmente la sola possibilità che resta di produrre  mutamenti significativi in direzione della pace nella paludeContinua a leggere “Papa Francesco resuscita, riconosce e santifica la Palestina.”

Quando il Papa diventa un alleato. Incontro dei movimenti popolari in Vaticano

Non c’è vuoto che non venga riempito. Così, mentre la sinistra in Europa e in tutto l’Occidente sembra aver perduto  forza propulsiva nella contestazione di un capitalismo neoliberista sempre più arrogante, ecco il Papa venuto da lontano che, portando con se le attese di liberazione che muovono dalla sua terra di origine, scende in campoContinua a leggere “Quando il Papa diventa un alleato. Incontro dei movimenti popolari in Vaticano”

Netanyahu a Rivlin, nuovo presidente israeliano: fammi da spalla

“Non ci sarà nessun accordo di pace con i Palestinesi – aveva detto David Grossman al corrispondente israeliano di Repubblica, commentando la preghiera comune in Vaticano – non con un governo come quello che abbiamo attualmente”. Non finché il colonialismo di Netanyau continuerà ad essere tollerato di fatto dalla politica estera americana ed europea, aggiungoContinua a leggere “Netanyahu a Rivlin, nuovo presidente israeliano: fammi da spalla”