Vai alla barra degli strumenti

Il voto per i “compiti a casa”. I Tg di martedì 17 maggio

Il voto sarebbe quello dell’Europa che concede 14 miliardi di flessibilità  per  premiare “la crescita di credibilità dell’Italia”. L’ “osservatorio” di Alberto Baldazzi aggiunge il suo voto sui tg: bene quelli RAI che riprendono la soddisfazione di Renzi, male “le cassandre” di Mediaset che temono per la legge di stabilità. Tranne, s’intende,  il nuovo eContinua a leggere “Il voto per i “compiti a casa”. I Tg di martedì 17 maggio”

La Costituzione, il Vangelo e Papa Francesco. I tg di Giovedì 12 maggio

“Se Dio è madre”, così avevo intitolato un lungo servizio dall’Inghilterra per TG2 Focus sull’ordinazione della prima donna sacerdote nella Chiesa Anglicana. Un reportage che non ebbe molta pubblicità ma invece  “il più vivo apprezzamento” in una lettera che conservo di  “Voce Donna” e delle teologhe italiane che di quel gruppo facevano parte. Papa Luciani aveva  pronunciato qualche anno primaContinua a leggere “La Costituzione, il Vangelo e Papa Francesco. I tg di Giovedì 12 maggio”

Le unioni dividono, perché? I Tg di martedì 10 maggio

Alberto Baldazzi ha deciso di mettere da parte ogni scrupolo non solo di osservatore imparziale ma anche semplicemente di osservatore dei telegiornali per entrare completamente nel ruolo di corsivista della politica. E dopo l’esordio trionfalistico sulle unioni civili “storico passaggio di civiltà”, si dispiace che i teleutenti rimangano “schiacciati sotto il peso delle diatribe politicheContinua a leggere “Le unioni dividono, perché? I Tg di martedì 10 maggio”

Canto del cigno o colpo di coda? I tg di giovedì 28 aprile

Berlusconi abbandona Bertolaso, fino a ieri giudicato “vincente” e punta deciso (si fa per dire) su Marchini “piazzato”. A me sembra un’altra serenata a Renzi in vista del partito della nazione. Vedremo. Con l’augurio che l’appello di Mattarella per l’alleanza dei politici contro la corruzione non sia accolto soltanto dai tg (nandocan). ***di Lorenzo Coletta –Continua a leggere “Canto del cigno o colpo di coda? I tg di giovedì 28 aprile”

Il giorno delle maniere forti. I Tg di lunedì 29 febbraio

Chiedendo scusa e permesso ad Alberto, l’edizione riveduta e corretta di un osservatorio, quello di ieri, pubblicato troppo in fretta. Rileggi, Alberto, rileggi.(nandocan) ***di Alberto Baldazzi –  Tutte le testate, eccetto Studio Aperto che apre sul maltempo, esordiscono con le tensioni e gli scontri alla frontiera tra Grecia e Macedonia e su gli sgomberi di Calaìs. SeContinua a leggere “Il giorno delle maniere forti. I Tg di lunedì 29 febbraio”

L’Enrico furioso. I Tg di giovedì 25 febbraio

“Furioso” perché – scrive Coletta – commentando l’infelice espressione del ministro Alfano sulla “rivoluzione contro natura” evitata su sua richiesta – Enrico Mentana ha esclamato: “Il mondo è andato avanti, e qualcuno non se ne è accorto”. Più di qualcuno, direi. Alfano e i cattodem fanno piuttosto finta di non accorgersene per ingraziarsi Bagnasco e molti vescovi dellaContinua a leggere “L’Enrico furioso. I Tg di giovedì 25 febbraio”

Limate, ma non troppo. I Tg di mercoledì 24 febbraio

A giudicare dall’osservatorio, sembra di capire che le opposizioni e le critiche rivolte alla legge per superare le quali il governo ha ritenuto indispensabile porre la fiducia, a parte un commento di Mentana sull’ “ipocrita” cancellazione del dovere di “fedeltà” per le unioni civili, siano tutte svanite nel nulla, o meglio nel trionfo di una giornata “storica”.Continua a leggere “Limate, ma non troppo. I Tg di mercoledì 24 febbraio”

Adozioni gay all’italiana. Cancelliamole pure, tanto c’è il giudice.

Roma, 19 febbraio 2016 – Ho letto stamani, sulla seconda pagina di repubblica, un articolo intitolato “Ma se salta la stepchild saranno i giudici a decidere” perché “quei figli vanno tutelati”. Il senso delle considerazioni, come sempre azzeccate, di Maria Novella De Luca mi sembra lo stesso dell’editoriale, pubblicato ieri sul medesimo quotidiano, di StefanoContinua a leggere “Adozioni gay all’italiana. Cancelliamole pure, tanto c’è il giudice.”

Le unioni civili e i giochetti della politica. I Tg di martedì 16 febbraio

Non ho particolari simpatie per i 5stelle anche se apprezzo la sincerità e l’onestà di una parte di loro, per Casaleggio meno che mai, Grillo invece mi piace come comico e anche il buon senso con cui ha finalmente cancellato il suo nome dal logo. Ma il “canguro” è un modo assai discutibile di soffocare il dibattitoContinua a leggere “Le unioni civili e i giochetti della politica. I Tg di martedì 16 febbraio”

Sangue chiama sangue. I Tg di lunedì 15 febbraio

 ***di Lorenzo Coletta – Le tremende immagini che giungono dal confine siriano con la Turchia, dove 5 ospedali e due scuole sono stati bombardati – apparentemente dall’aviazione russa – provocando decine di vittime civili, si impongono in apertura su Tg1, Tg3 e Tg La7. Damasco accusa l’America, mentre la Turchia (che nelle stesse ore haContinua a leggere “Sangue chiama sangue. I Tg di lunedì 15 febbraio”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: