Adozioni gay all’italiana. Cancelliamole pure, tanto c’è il giudice.

Roma, 19 febbraio 2016 – Ho letto stamani, sulla seconda pagina di repubblica, un articolo intitolato “Ma se salta la stepchild saranno i giudici a decidere” perché “quei figli vanno tutelati”. Il senso delle considerazioni, come sempre azzeccate, di Maria Novella De Luca mi sembra lo stesso dell’editoriale, pubblicato ieri sul medesimo quotidiano, di StefanoContinua a leggere “Adozioni gay all’italiana. Cancelliamole pure, tanto c’è il giudice.”

Unioni civili e politichetta incivile. Giravolta di Grillo

Dai valori ai sondaggi. Grillo e Casaleggio nello stile più vecchio e stantio delle prima repubblica. Nell’ottobre 2014 votarono in massa a favore dei matrimoni gay, ora dicono che quel voto on line non riguardava l’adozione del figlio del partner. Ma su “Internazionale” Michael Braun dimostra, pubblicando il modulo del quesito di allora, che leContinua a leggere “Unioni civili e politichetta incivile. Giravolta di Grillo”

No bavaglio anche per il Papa. I Tg di venerdì 22 gennaio

Che il Papa, parlando ai giudici della Sacra Rota, ricordi che il matrimonio è ordinato naturalmente alla procreazione e all’educazione dei figli e prevede pertanto come soggetti un uomo e una donna, a me pare francamente normale, pur considerando la novità di linguaggio a cui ci ha abituato Francesco. Un intervento “a gamba tesa”? EContinua a leggere “No bavaglio anche per il Papa. I Tg di venerdì 22 gennaio”

Mezze classi,mezzi partiti,mezzi uomini. Sui giornali del 5 dicembre

Leggerlo su “La Stampa” non mi sorprende, così come non avrà sorpreso, io credo, Mineo. “Secondo Orsina, scrive Corradino, dovremmo farcene una ragione: la politica è ormai lo spazio per lucrare qualche decimale di crescita (o di gloria), nelle strettoie concesse dalle scelte che altri, mercati, commissione europea, BCE fanno per noi”. E perché, diContinua a leggere “Mezze classi,mezzi partiti,mezzi uomini. Sui giornali del 5 dicembre”