Germania e Francia, mano tesa a Putin. «Se Biden e Putin dialogano, dobbiamo farlo anche noi»

da Remocontro, 25 giugno 2021 Merkel e Macron ripensano al summit Ue-Russia. La cancelliera tedesca: «Se Biden e Putin dialogano, dobbiamo farlo anche noi». Con dissensi e vecchi conti sovietici dei Paesi ex comunisti e confinanti.Multilateralismo come predicato da Biden, ma non a senso unico Consiglio europeo e rapporti con la Russia «Se Biden eContinua a leggere “Germania e Francia, mano tesa a Putin. «Se Biden e Putin dialogano, dobbiamo farlo anche noi»”

La guerra del vaccino AstraZeneca sul fronte della Manica. Lobby farmaceutiche e contratti segreti

Da Remocontro ,  28 Gennaio 2021  CORONAVIRUS  Primo scontro con Londra post-Brexit. I vaccini AstraZeneca destinati all’Ue sarebbero stati dirottati nel Regno unito e forse in altri paesi che li hanno pagati di più. Solo un quarto delle dosi promesse nel primo trimestre sarà consegnato ai paesi Ue. La segretezza del contratto. La Germania punta a «restrizioniContinua a leggere “La guerra del vaccino AstraZeneca sul fronte della Manica. Lobby farmaceutiche e contratti segreti”

Corona bond e sovranismo bocconiano

Roma, 30 marzo 2020 – “L’illusione dei corona bond” è il titolo dell’editoriale con cui l’esimio professor Roberto Perotti, ordinario di economia politica all’Università Bocconi, offre oggi sulla Repubblica un interessante esempio di sovranismo inconsapevole, negando – quasi in polemica diretta con quello che aveva appena sostenuto a “Che tempo che fa” Romano Prodi –Continua a leggere “Corona bond e sovranismo bocconiano”

Europa senza futuro

Roma, 26 febbraio 2020 – Non lo dico io, lo scrive Romano Prodi nell’editoriale del Messaggero di oggi, commentando il mancato accordo sull’aumento dello 0,74% del bilancio UE che pure sarebbe stato “del tutto inadeguato rispetto alle nostre minime esigenze”. A porre il veto, “con il tacito appoggio della Germania”, Austria, Olanda, Danimarca e Svezia.Continua a leggere “Europa senza futuro”

Europa impotente

Se neppure crisi pericolose come questa, a due passi da casa nostra, riescono a convincere popoli e Stati europei a condividere una parte della loro sovranità con l’Unione, quel tanto che basta a rappresentare una sola voce, autorevole e indipendente, capace non solo di invocare moderazione, come oggi penosamente si limita a fare,  ma diContinua a leggere “Europa impotente”

L’Europa di un ateo devoto

L’identità smarrita e oggi (ma tardi) riscoperta nell’emozione suscitata dall’incendio di Notre Dame. Le radici “cristiane” dell’Europa disconosciute “dai pregiudizi delle élite politiche e mediatico-culturali”. Solo un illustre “ateo devoto” come il professor Ernesto Galli della Loggia e un quotidiano conservatore come il “Corriere della sera” potevano riproporre, a un mese esatto dalle elezioni europee delContinua a leggere “L’Europa di un ateo devoto”

Perché nella politica ritorni il pensiero. Appello ai candidati e agli elettori

A conclusione ormai di questa brutta campagna elettorale, mi pare utile ricordare le indicazioni sottoscritte e pubblicate il 16 febbraio scorso da un  gruppo di personalità note e meno note della cultura, molte delle quali promossero i comitati per il NO al referendum costituzionale di due anni fa. L’appello propone ” quattro vie di radicaleContinua a leggere “Perché nella politica ritorni il pensiero. Appello ai candidati e agli elettori”