Più migranti dalla Tunisia della crisi economica che dalla Libia della guerra

***da Remocontro – 28 luglio 2020 Più migranti ora dalla Tunisia che dalla Libia, e da quelle coste sono due ore di gommone per arrivare a Lampedusa. La ministra degli interni Lamorgese a Tunisi dal presidente Saied. l’Italia chiederà all’Ue investimenti nel paese per fermare la crisi economica innescata dalla pandemia. lo stato nordafricano èContinua a leggere “Più migranti dalla Tunisia della crisi economica che dalla Libia della guerra”

Il taglianastri sull’autostrada. Sui Tg di giovedì 10 marzo

L’avevano detto in molti che, in vista delle elezioni e dell’atteso voto plebiscitario sulle riforme, il nostro Presidente del consiglio non avrebbe resistito alla tentazione di esibirsi in una qualsiasi inaugurazione sulla Salerno Reggio Calabria. E così è stato ieri, in occasione dell’abbattimento dell’ultimo diaframma dell’ennesima galleria, quella del Normanno. Quando, il 23 febbraio scorso, ilContinua a leggere “Il taglianastri sull’autostrada. Sui Tg di giovedì 10 marzo”

Quando sequestrata sembra l’informazione. I Tg di lunedì 7 marzo

Temendo di scandalizzare qualcuno, sommessamente mi domando: non sarà un tantino eccessivo lo spazio dedicato da giorni  nei telegiornali, soprattutto in quelli meridiani, alla pur drammatica e coinvolgente vicenda di quattro nostri connazionali? Non sarebbe meglio distribuirlo più equamente tra i fatti principali  della giornata? Capisco il desiderio di coprire ogni dettaglio dell’avvenimento con aggiornamenti eContinua a leggere “Quando sequestrata sembra l’informazione. I Tg di lunedì 7 marzo”

No bavaglio anche per il Papa. I Tg di venerdì 22 gennaio

Che il Papa, parlando ai giudici della Sacra Rota, ricordi che il matrimonio è ordinato naturalmente alla procreazione e all’educazione dei figli e prevede pertanto come soggetti un uomo e una donna, a me pare francamente normale, pur considerando la novità di linguaggio a cui ci ha abituato Francesco. Un intervento “a gamba tesa”? EContinua a leggere “No bavaglio anche per il Papa. I Tg di venerdì 22 gennaio”

La Tunisia “paese sicuro”

“Erano avvertiti”, scrive Ennio Remondino, giustamente rimproverando al ministro tunisino del turismo una “spavalderia fuori luogo”. D’altra parte, immagino che l’ “improvvida” signora Selma Rekik si sia sentita costretta, per far fronte a una crisi economica che ha colpito anche la principale risorsa economica del suo paese, a tentare con un  messaggio promozionale di salvareContinua a leggere “La Tunisia “paese sicuro””

gtag('config', 'GTM-K2KB4MR', { 'send_page_view': false });