Le unioni dividono, perché? I Tg di martedì 10 maggio

Alberto Baldazzi ha deciso di mettere da parte ogni scrupolo non solo di osservatore imparziale ma anche semplicemente di osservatore dei telegiornali per entrare completamente nel ruolo di corsivista della politica. E dopo l’esordio trionfalistico sulle unioni civili “storico passaggio di civiltà”, si dispiace che i teleutenti rimangano “schiacciati sotto il peso delle diatribe politicheContinua a leggere “Le unioni dividono, perché? I Tg di martedì 10 maggio”

L’Enrico furioso. I Tg di giovedì 25 febbraio

“Furioso” perché – scrive Coletta – commentando l’infelice espressione del ministro Alfano sulla “rivoluzione contro natura” evitata su sua richiesta – Enrico Mentana ha esclamato: “Il mondo è andato avanti, e qualcuno non se ne è accorto”. Più di qualcuno, direi. Alfano e i cattodem fanno piuttosto finta di non accorgersene per ingraziarsi Bagnasco e molti vescovi dellaContinua a leggere “L’Enrico furioso. I Tg di giovedì 25 febbraio”

Limate, ma non troppo. I Tg di mercoledì 24 febbraio

A giudicare dall’osservatorio, sembra di capire che le opposizioni e le critiche rivolte alla legge per superare le quali il governo ha ritenuto indispensabile porre la fiducia, a parte un commento di Mentana sull’ “ipocrita” cancellazione del dovere di “fedeltà” per le unioni civili, siano tutte svanite nel nulla, o meglio nel trionfo di una giornata “storica”.Continua a leggere “Limate, ma non troppo. I Tg di mercoledì 24 febbraio”

Adozioni gay all’italiana. Cancelliamole pure, tanto c’è il giudice.

Roma, 19 febbraio 2016 – Ho letto stamani, sulla seconda pagina di repubblica, un articolo intitolato “Ma se salta la stepchild saranno i giudici a decidere” perché “quei figli vanno tutelati”. Il senso delle considerazioni, come sempre azzeccate, di Maria Novella De Luca mi sembra lo stesso dell’editoriale, pubblicato ieri sul medesimo quotidiano, di StefanoContinua a leggere “Adozioni gay all’italiana. Cancelliamole pure, tanto c’è il giudice.”

Cinquestelle, un canguro e la mina Bagnasco. Con I Tg di mercoledì 17 febbraio

 Sembra che ieri il gruppo Pd del Senato abbia confermato la decisione di non cedere alla pressione dei centristi e dei cattodem per lo stralcio delle adozioni e andare avanti con il ddl Cirinnà. Con l’obiettivo di approvare la legge e far sciogliere dall’aula il nodo dell’articolo 5 sull’adozione del figlio del partner (stepchild adoption). Benissimo. Purché, però,Continua a leggere “Cinquestelle, un canguro e la mina Bagnasco. Con I Tg di mercoledì 17 febbraio”

Le unioni civili e i giochetti della politica. I Tg di martedì 16 febbraio

Non ho particolari simpatie per i 5stelle anche se apprezzo la sincerità e l’onestà di una parte di loro, per Casaleggio meno che mai, Grillo invece mi piace come comico e anche il buon senso con cui ha finalmente cancellato il suo nome dal logo. Ma il “canguro” è un modo assai discutibile di soffocare il dibattitoContinua a leggere “Le unioni civili e i giochetti della politica. I Tg di martedì 16 febbraio”

Unioni civili e politichetta incivile. Giravolta di Grillo

Dai valori ai sondaggi. Grillo e Casaleggio nello stile più vecchio e stantio delle prima repubblica. Nell’ottobre 2014 votarono in massa a favore dei matrimoni gay, ora dicono che quel voto on line non riguardava l’adozione del figlio del partner. Ma su “Internazionale” Michael Braun dimostra, pubblicando il modulo del quesito di allora, che leContinua a leggere “Unioni civili e politichetta incivile. Giravolta di Grillo”