La “cosa nuova”

La “cosa nuova”, quella sinistra “larga e plurale” che riunisca alle prossime elezioni politiche 5S, PD e Leu, magari sotto la guida di Conte, sarebbe il sogno di molti ma è poco probabile. Molte cose devono cambiare all’interno delle tre le formazioni politiche prima della scadenza del 2023. Quando sarà, io credo, il giudizio degli elettori sui cambiamenti avvenuti e dimostrati ad indicare tempi e modi di un’eventuale federazione di centrosinistra. E prima ancora, le alleanze e il risultato degli appuntamenti elettorali amministrativi previsti a più breve scadenza,

No al funerale della Sinistra

Roma, 29 ottobre 2019 – Mentre sul Corriere della Sera Ernesto Galli della Loggia proclama la conclusione definitiva, col voto umbro, sia della Prima Repubblica sia del “blocco cattolico- postcomunista” rappresentato dal Pd e “oggi definitivamente fuori gioco”, Stefano Folli sulla Repubblica non abbandona ancora né l’idea né il desiderio di riportare la nave ItaliaContinua a leggere “No al funerale della Sinistra”

La forza delle cose e la debolezza della politica

Roma, 9 gennaio 2019 – Secondo Stefano Folli (Repubblica di oggi) i 5stelle al governo smentiscono se stessi perché “ la forza delle cose impone una convergenza nelle politiche a cui finiscono per adeguarsi tutti i governi, che siano di centrosinistra o di centrodestra”. Che cosa intende dunque Folli per “forza delle cose” ? NonContinua a leggere “La forza delle cose e la debolezza della politica”

Renzi: giocate pure se volete ma il pallone ce l’ho io

Roma, 30 aprile 2018 – A portar via il pallone nella partita tra piddini e grillini per il governo, Matteo Renzi, dimissionario per burla, non ha voluto aspettare neppure il fischio di inizio. Lo ha fatto dallo schermo televisivo di una RAI a lui devota (ancora per poco), nella trasmissione domenicale di Fabio Fazio gentilmenteContinua a leggere “Renzi: giocate pure se volete ma il pallone ce l’ho io”

Renzi in trincea

Roma, 27 giugno 2017 – “Renzi sotto attacco”, titola oggi Repubblica. Stefano Folli, nell’editoriale, gli consiglia di considerare “l’ipotesi che Gentiloni resti a Palazzo Chigi anche dopo il voto, con il suo profilo rassicurante” come un’occasione  “per lavorare con le mani libere e senza secondi fini al vero progetto: riconquistare il cuore degli elettori”. PerfinoContinua a leggere “Renzi in trincea”

Adozioni gay all’italiana. Cancelliamole pure, tanto c’è il giudice.

Roma, 19 febbraio 2016 – Ho letto stamani, sulla seconda pagina di repubblica, un articolo intitolato “Ma se salta la stepchild saranno i giudici a decidere” perché “quei figli vanno tutelati”. Il senso delle considerazioni, come sempre azzeccate, di Maria Novella De Luca mi sembra lo stesso dell’editoriale, pubblicato ieri sul medesimo quotidiano, di StefanoContinua a leggere “Adozioni gay all’italiana. Cancelliamole pure, tanto c’è il giudice.”

Ma l’apertura al mediterraneo non nasce dal petrolio. Risposta a Scalfari e Folli.

Roma, 30 novembre 2015 – Negli editoriali di Eugenio Scalfari ieri e di Stefano Folli oggi sulla “Repubblica” si afferma  tra l’altro che la politica prudente di Matteo Renzi  sul medio oriente non farebbe altro che ricalcare quella di Amintore Fanfani, il quale negli anni sessanta “si sforzava – scrive Folli – di tutelare gli interessiContinua a leggere “Ma l’apertura al mediterraneo non nasce dal petrolio. Risposta a Scalfari e Folli.”