Renzi e lo scalpo di Bonafede

MATTEO RENZI E IL PARTITO DELL’IO. (In omaggio da nandocan a chiunque voglia capire come e perché M.R. continua nel tentativo di”rottamare” la sinistra italiana). Roma, 14 febbraio 2020 – Dalla lettura dei giornali di oggi pare che Matteo Renzi pretenda lo scalpo del ministro Bonafede e magari anche quello del presidente Conte. Sa bene che nonContinua a leggere “Renzi e lo scalpo di Bonafede”

Nè destra né sinistra

Roma, 28 gennaio 2020 – Meno male che Crimi, capo politico 5s, è soltanto di passaggio. Oggi, polemizzando di fatto con il Pd e il presidente Conte ha ripetuto la vecchia solfa che sta logorando il suo movimento: “Al cittadino non frega niente se fai il fronte contro la destra, ma se aumenti il lavoroContinua a leggere “Nè destra né sinistra”

Volontà di chiarezza

***Roma, 20 novembre 2019 – Leggete i giornali, seguite i discorsi in televisione o sul web, ma soprattutto guardate le piazze. Da molti anni a questa parte  gli italiani non manifestavano con tanta determinazione un desiderio e una volontà di chiarezza. Chiarezza di programmi e comportamenti politici. L’alternativa è barricarsi nel timore provinciale del nuovo,Continua a leggere “Volontà di chiarezza”

Sloganamento della politica

***25 giugno 2019 – Sloganamento della politica. Come sempre, il neologismo è orribile ma rende l’idea. Quella del danno arrecato dall’abuso quotidiano delle battute che mortificano  dignità e  razionalità del confronto politico. Al punto che è doveroso chiedersi se convenga continuare a lasciare andare le cose per il loro verso o provare a darci qualcheContinua a leggere “Sloganamento della politica”

La patrimoniale in agguato

Roma, 3 giugno 2019 – Alla vigilia dell’arrivo di Trump nella sua città, il sindaco di Londra Sadiq Khan, in un articolo sull’”Observer”, non ha esitato a paragonare il linguaggio usato sui social dal presidente americano  e dai suoi sostenitori europei a quello dei “fascisti del ventesimo secolo”. “Viktor Orban in Ungheria, Matteo Salvini in Italia, MarineContinua a leggere “La patrimoniale in agguato”

Pro o contro Salvini. E poi?

Roma, 11 maggio 2019 – Pro o contro Berlusconi, pro o contro Renzi, pro o contro Salvini. E di Europa neppure si parla. A questo si è ridotta la democrazia? Le due bande di “rissa continua”, come le chiama oggi sulla Repubblica Massimo Giannini, sembrano veramente ai ferri corti a due settimane dalle elezioni, naturaleContinua a leggere “Pro o contro Salvini. E poi?”

Primarie, pro e contro

Diversamente dal mio amico  Massimo, che leggerete nell’articolo che segue, io non andrò a votare alle primarie. Perché penso che chi sottoscriverà, come prevede il regolamento*, l’impegno a sostenere il PD alle prossime elezioni  debba farlo per convinzione e in buona fede, mentre io davvero non potrei. Oltretutto non sono affatto certo che anche colContinua a leggere “Primarie, pro e contro”

Voglio l’ideologia

Ma l’ideologia c’è già, ed è quella espressa con straordinaria chiarezza nei “principi fondamentali” della nostra Costituzione (articoli 1-11) (nandocan) ***di Massimo Marnetto, 12 febbraio 2019 – Di equilibrismo si muore. “Né di destra, né di sinistra”, la formula che pareva superare le vecchie ideologie per aprire praterie di consenso sta divorando i suoi stimatori. UnoContinua a leggere “Voglio l’ideologia”

La forza delle cose e la debolezza della politica

Roma, 9 gennaio 2019 – Secondo Stefano Folli (Repubblica di oggi) i 5stelle al governo smentiscono se stessi perché “ la forza delle cose impone una convergenza nelle politiche a cui finiscono per adeguarsi tutti i governi, che siano di centrosinistra o di centrodestra”. Che cosa intende dunque Folli per “forza delle cose” ? NonContinua a leggere “La forza delle cose e la debolezza della politica”

Salvini il sionista e Moni Ovadia l’ebreo

Non c’è solo Salvini. Un po’ per la cattiva coscienza dell’Occidente cristiano nei confronti di un popolo perseguitato per secoli, un po’ per il valore simbolico di avamposto dell’Occidente che il neocolonialismo israeliano ha assunto nel contesto mediorientale, ma soprattutto per l’azione di lobbying delle comunità ebraiche della diaspora sui governi europei e americano fattoContinua a leggere “Salvini il sionista e Moni Ovadia l’ebreo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti