Sentenza inquietante

*di Massimo Marnetto, 24 settembre 2021 La sentenza di assoluzione per i vertici dei Carabinieri e di Dell’Utri sarà più chiara nelle motivazioni, ma già ora è inquietante. Perché afferma che con il peggior nemico dello Stato – la mafia – gli uomini di Stato possano trattare senza tradire lo Stato. Ovvero passare dal contrastoContinua a leggere “Sentenza inquietante”

La sentenza via post. I Tg di venerdì 13 maggio

“Mentana segnala che, in piena campagna per le amministrative, l’assist lanciato dal Movimento ai suoi competitor è plateale”. Tradotto in italiano per i miei coetanei: Mentana rileva che l’aiuto dato con questi metodi autoritari dal movimento 5 stelle ai partiti concorrenti nelle elezioni amministrative è di tutta evidenza (nandocan). ***di Luca Baldazzi – Per Pizzarotti la comunicazione diContinua a leggere “La sentenza via post. I Tg di venerdì 13 maggio”

Niente felpe e ruspe, ma toghe e sentenze: i campi rom vanno chiusi

A differenza di quanto crede la maggior parte dei nostri concittadini, rispetto agli altri paesi europei i rom e i sinti sono solo 180mila, appena lo 0,25 per cento della popolazione. Ma quel che più conta, come precisa il rapporto annuale per il 2014 dell’associazione 21 luglio, metà di loro sono cittadini italiani e quattro suContinua a leggere “Niente felpe e ruspe, ma toghe e sentenze: i campi rom vanno chiusi”

Nuova democrazia.Caffè dell’11

“Chiediamo ai migliori costituzionalisti un progetto di riforma”, scrive Mineo. Ma sulle riforme i migliori costituzionalisti hanno detto la loro da tempo. Matteo Renzi e il suo “cerchio magico” li hanno subito liquidati come “professoroni”. Ma Renzi “è un politico, a differenza degli altri”, sostiene Mineo.  Bene, i “professoroni” pensano che la politica sia un’altraContinua a leggere “Nuova democrazia.Caffè dell’11”

“Le querele temerarie vanno risarcite”. La sentenza del Tribunale di Milano

Non è la prima volta che la magistratura italiana dà prova, con le sue sentenze, di una sensibilità per i diritti costituzionali e in particolare per la libertà di espressione che il nostro parlamento dovrebbe avere e non ha. Ci auguriamo che questa decisione serva a fugare gli ultimi dubbi sulla necessità di sanzionare, accanto allaContinua a leggere ““Le querele temerarie vanno risarcite”. La sentenza del Tribunale di Milano”

Stefano Cucchi e gli altri. Stato d’impunità permanente

“Ho fiducia nella giustizia”, quante volte abbiamo udito questa frase. Più spesso dalla bocca dei colpevoli che degli innocenti, dai prepotenti piuttosto che dalle vittime. Quando i primi sanno di poter contare sull’omertà altrui o su una difesa abbastanza abile da far naufragare il processo nella prescrizione. O nell’insufficienza di prove, camuffata con la motivazione formaleContinua a leggere “Stefano Cucchi e gli altri. Stato d’impunità permanente”

Ruby, Berlusconi assolto: finisce un’era. Ma chi vince oggi si vergognerà in futuro

 “Tutti a casa, compagni. La guerra è finita e noi l’abbiamo persa”. Vada per il sarcasmo, ma mi permetto di dissentire. Forse l’abbiamo persa la guerra, forse no, ma non per questa sentenza. Credo che reazioni così drastiche ad ogni singola decisione del potere, togato o meno, non solo siano sproporzionate ma anche controproducenti. NonContinua a leggere “Ruby, Berlusconi assolto: finisce un’era. Ma chi vince oggi si vergognerà in futuro”