BoJo bugiardo incallito in beffa al lockdown, questa volta paga pegno

Boris Johnson «Partygate»: spunta un’altra festa in giardino a Downing Street. Indaga Scotland Yard. Lo scandalo delle feste a Downing Street durante il lockdown sta tormentando il menzognero premier ben più delle frottole sulla Brexit, che già tutti stanno pagando nella quotidianità. Secondo il Guardian sarebbero sette le volte in cui Johnson ha cercato di sviare le domande sulle feste a palazzo o in cui ha detto di non saperne nulla o di non aver partecipato o di essere stato da un’altra parte.
E se il premier mente su queste cose, che ne è della credibilità delle misure sanitarie prese dal governo?

Gli auguri dello scandalo

Un documento interno alla Commissione europea suggerisce come formulare gli auguri per le prossime feste facendo attenzione in particolare se il destinatario non è di fede cristiana. Non si dovrebbe fare riferimento a “genere, etnia, razza, religione, disabilità e orientamento sessuale”. Tra gli altri, il consiglio di sostituire l’augurio di “Buon Natale” con quello genericoContinua a leggere “Gli auguri dello scandalo”