Corona bond e sovranismo bocconiano

Roma, 30 marzo 2020 – “L’illusione dei corona bond” è il titolo dell’editoriale con cui l’esimio professor Roberto Perotti, ordinario di economia politica all’Università Bocconi, offre oggi sulla Repubblica un interessante esempio di sovranismo inconsapevole, negando – quasi in polemica diretta con quello che aveva appena sostenuto a “Che tempo che fa” Romano Prodi –Continua a leggere “Corona bond e sovranismo bocconiano”

Europa senza futuro

Roma, 26 febbraio 2020 – Non lo dico io, lo scrive Romano Prodi nell’editoriale del Messaggero di oggi, commentando il mancato accordo sull’aumento dello 0,74% del bilancio UE che pure sarebbe stato “del tutto inadeguato rispetto alle nostre minime esigenze”. A porre il veto, “con il tacito appoggio della Germania”, Austria, Olanda, Danimarca e Svezia.Continua a leggere “Europa senza futuro”

Prodi e l’unità “a prescindere”

Se il Professore insiste per l’”unità a prescindere”, come scrive oggi Marnetto, non credo che sia per salvare il Partito di Renzi, come ormai tutti hanno ribattezzato il Pd. Nè penso che abbia dimenticato il ruolo che i renziani ebbero nel far saltare la sua elezione alla presidenza della Repubblica, ipotesi confermata di recente ancheContinua a leggere “Prodi e l’unità “a prescindere””

Memoria

***da Massimo Marnetto, 27 gennaio 2017 – “Della storia, ai politici italiani non importa nulla”. L’ha detto ieri Romano Prodi, che ho ascoltato alla presentazione del libro “La Repubblica degli italiani” di Agostino Giovagnoli. Mi ha colpito questo giudizio, alla vigilia della Giornata della memoria, perché la memoria è un atto politico. Una scelta diContinua a leggere “Memoria”

Caro Prodi, il Sì non serve all’Ulivo

Roma, 1 dicembre 2016 – “Meglio succhiare un osso che un bastone”. Questo gli ricordava la madre da bambino e così ha scelto di fare,  “anche se le riforme proposte non hanno certo la profondità e la chiarezza necessaria”. Turarsi il naso e votare sì al referendum . Se fino a ieri non aveva voluto rendereContinua a leggere “Caro Prodi, il Sì non serve all’Ulivo”

Viminale: 3 comuni su 4 senza migranti, ma 1000 sono già in emergenza

Roma, 17 novembre 2016 – 27.500 migranti sbarcati sulle coste italiane nel solo mese di ottobre, la cifra più alta degli ultimi tre anni. L’anno scorso, stesso mese, furono 8915, meno di un terzo. Sono i dati appena pubblicati dal ministero degli interni, confermati da Frontex, l’agenzia europea della guardia di frontiera e costiera. IntervistatoContinua a leggere “Viminale: 3 comuni su 4 senza migranti, ma 1000 sono già in emergenza”

Calma e gesso, Caffè del 16

di Corradino Mineo – Repubblica: “Libia, incubo Isis. Siamo già a sud di Roma”. Corriere: “Omar, 22 anni, danese. Il Killer di Copenaghen”. Stampa (a pagina 2): “Aliscafi e truppe scelte, via i primi italiani dalla guerra in Libia. Chiusa l’ambasciata”. Sono le tre notizie di giornata: un video, che questa volta viene dalla Libia,Continua a leggere “Calma e gesso, Caffè del 16”

Libia: che fare?

E’ la domanda che ci poniamo in tanti, dopo la fallimentare esperienza della guerra contro Gheddafi e sarebbe folle rispondere con l’avventatezza di allora. Convengo con Giammaria  che “qualunque iniziativa politica e militare deve essere sostenuta da un realismo e un pragmatismo sin qui poco visti sulla scena della politica internazionale”.  Prendiamo anche per buonaContinua a leggere “Libia: che fare?”

Parigi e l’Europa. I Tg di lunedì 12 gennaio

 di Alberto Baldazzi – I Tg di serata sono ancora traboccanti delle immagini della Parigi invasa ieri dalle matite impugnate come armi della democrazia contro gli attacchi terroristici che hanno fatto 17 vittime e molti feriti, ferendo l’identità stessa della vecchia Europa che solo nel momento del dramma sembra ritrovare il valore delle sue radici.Continua a leggere “Parigi e l’Europa. I Tg di lunedì 12 gennaio”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti