Bersani, le riforme e la monaca di Monza

Andrea Pertici, il costituzionalista dell’Università di Pisa che ha scritto i testi delle proposte di riforma costituzionale presentate da Chiti e Civati, ci fa oggi riflettere sui rischi che si corrono perdurando l’incoerenza e la scarsa determinazione della minoranza Pd nei momenti decisivi del voto sulle proposte del governo. Comportamento che fa venire in mente il raccontoContinua a leggere “Bersani, le riforme e la monaca di Monza”

Grido di allarme del “Fatto quotidiano” sulle riforme

Il grido di allarme del Fatto quotidiano mi pare sufficientemente motivato dalle slide dei video che segue. Per fortuna, pare che tra gli stessi parlamentari della maggioranza vi siano serie resistenze, bisogna assolutamente evitare che una maggioranza dei due terzi con Forza Italia e la Lega impedisca il ricorso al referendum confermativo. E grazie aiContinua a leggere “Grido di allarme del “Fatto quotidiano” sulle riforme”

Burattino senza fili

 Con buona pace del “burattinaio”, non credo siano in pochi gli iscritti al Pd come me che condividono le considerazioni di Domenico Gallo nell’articolo che segue. D’altronde, buona parte dei costituzionalisti, politologi e personalità impegnate della società civile hanno avanzato da tempo sollecitazioni analoghe sull’esigenza che la pur necessaria correzione del bicameralismo perfetto non siaContinua a leggere “Burattino senza fili”

Un bicameralismo differenziato per rafforzare il Parlamento

Rafforzare il Parlamento e non ridimensionarne il ruolo e i poteri, come avverrebbe certamente eliminando l’elezione popolare diretta del Senato con la  trasformazione in “camera delle autonomie” prospettata dal governo. Purtroppo la “profonda sintonia” tra Renzi e Berlusconi non sembrerebbe andare in questa direzione. Per mesi si è parlato con molta disinvoltura  di “abolizione del senato”,Continua a leggere “Un bicameralismo differenziato per rafforzare il Parlamento”

Appello ai “saggi”: vogliamo sapere

2 luglio 2013 – I lavori della Commissione per le riforme costituzionali proseguono senza che l’opinione pubblica venga in alcun modo informata delle sue discussioni. E’ un metodo inammissibile. In materie come questa, che riguardano il destino della Repubblica, la pretesa dell’assoluta riservatezza confligge con l’esigenza democratica di una apertura che renda possibile un’attenzione vigile eContinua a leggere “Appello ai “saggi”: vogliamo sapere”

Riforme costituzionali: perché urge fermare il d.d.l. in discussione al Senato

di Raniero La valle, 25 giugno 2013* – È in corso un attacco alla Repubblica e alla Costituzione; non parlo del precipitare verso il presidenzialismo che è di tutto il PDL, degli ex fascisti e di una parte consistente anche del Partito democratico: questo si discuterà quando si entrerà nel merito delle riforme costituzionali. Parlo della leggeContinua a leggere “Riforme costituzionali: perché urge fermare il d.d.l. in discussione al Senato”