Vai alla barra degli strumenti

Gli USA fermano la vendita di bombe all’Arabia Saudita. E noi?

Roma, 17 dicembre 2016 – Mentre il Natale porta nelle nostre case milioni di richieste postali di aiuto per i bambini vittime dei bombardamenti  in Siria, in Africa e nel Medio Oriente, arriva dagli Stati Uniti una buona notizia. Martedì scorso, 13 novembre, il governo di Obama avrebbe disposto il blocco dell’ esportazione di bombe di precisione  inContinua a leggere “Gli USA fermano la vendita di bombe all’Arabia Saudita. E noi?”

Neonazisti, estremisti e segregazionisti.I Tg di venerdì 17 maggio

“Lacrime e cinismo, le borse fanno boom” ha titolato ieri il TG4, spiegando come le borse abbiano letto l’omicidio di Jo Cox come un aiuto alla propaganda del No Brexit. Che il fattore emotivo induca nei mercati oscillazioni che hanno ben poco a che vedere con l’andamento dell’economia reale è dato per scontato e faContinua a leggere “Neonazisti, estremisti e segregazionisti.I Tg di venerdì 17 maggio”

Londra sotto choc. I Tg di giovedì 16 giugno

Pensatela come volete ma io sono davvero spaventato all’idea che il gesto omicida di un malato di nervi possa suscitare n’ondata emotiva capace di condizionare il voto popolare in una scelta così importante come il Brexit. E mi conferma sempre più nella convinzione che la democrazia non possa reggersi soltanto sulla consultazione periodica dei cittadini,Continua a leggere “Londra sotto choc. I Tg di giovedì 16 giugno”

Nuove rivelazioni sulla morte di Giulio. Il dolore dei Regeni per il voltafaccia inglese

“Dal regime di Abd al-Fattah al-Sisi non ci si poteva aspettare nulla di diverso”, scrive Antonella Napoli su Articolo 21 a proposito del depistaggio continuato delle indagini sulla fine tragica del ricercatore italiano. “Verità su Giulio Regeni”, lo striscione appeso sulle finestre della FNSI e di tanti altri edifici pubblici,  è un’invocazione tanto giusta quantoContinua a leggere “Nuove rivelazioni sulla morte di Giulio. Il dolore dei Regeni per il voltafaccia inglese”

Brexit, contraddizioni bilaterali

Da questo articolo, apparso ieri sul sito dell’Istituto Affari internazionali, mi pare di poter dedurre che nel dibattito sul Brexit lo scontro tra gli inglesi alla vigilia del referendum non sia tanto sulla partecipazione o meno al processo di integrazione europea, quanto sul modo migliore per continuare ad impedirlo, frenandolo come hanno fatto finora dall’interno o  boicottandolo dall’esterno.Continua a leggere “Brexit, contraddizioni bilaterali”

Renzi “a patti” col (suo) partito.Ma quando?

Congresso anticipato a quando? Sembra che l’osservatorio tg trascuri questo piccolo particolare, tutt’altro che irrilevante. Perché se la data annunciata è quella del novembre 2016, la “promessa” di Renzi sarebbe solo un altro tentativo gratuito di tenersi buona la sinistra del partito, e magari di una parte dell’elettorato, fino a quando l’esito del referendum/plebiscito diContinua a leggere “Renzi “a patti” col (suo) partito.Ma quando?”

Il pianeta azzurro, l’unico che abbiamo. I Tg di venerdì 22 aprile

***Lo spreco dell’aggettivo “storico” da parte dei media è diventato ormai insopportabile, tanto che produce noia e assuefazione. Se poi dai titoli si scende all’articolo, si capisce che la dichiarazione di guerra al riscaldamento globale “potrebbe essere storica se ecc.ecc”. La vera notizia è che non è neppure un  trattato e dell’accordo si attendono ancora leContinua a leggere “Il pianeta azzurro, l’unico che abbiamo. I Tg di venerdì 22 aprile”

Maghi e Draghi. I Tg di giovedì 21 gennaio

Gran parte della magia scompare quando, anziché sorprendersi per l’alternanza giornaliera di crolli e recuperi “prodigiosi”, si vanno a leggere le performance a un mese (-9,59%), sei mesi(-19,55%) o a un anno(-4,53%), cosa facilissima cliccando sul sito di FTSE MIB. Sono quelli i dati che contano per chi è interessato a misurare l’andamento dell’economia attraverso gli indiciContinua a leggere “Maghi e Draghi. I Tg di giovedì 21 gennaio”

Il sultano e lo zar. I Tg di mercoledì 2 dicembre

Noto che Baldazzi junior insiste molto nel rilevare la “singolarità” del tg4, che si dimostra vicino alle posizioni della Lega così come altre testate simpatizzano con quelle del governo. In attesa che si compia il miracolo di una doverosa autonomia da parte di tutti, debbo dire che nel caso delle rilevazioni statistiche e soprattutto delContinua a leggere “Il sultano e lo zar. I Tg di mercoledì 2 dicembre”

“Nemo propheta in patria”: Renzi o Bersani? I Tg di lunedì 19 ottobre

“Nemo propheta in patria”, scrive Coletta (anche Mentana?) alludendo, a mio avviso con troppa leggerezza,  alla politica economica di un governo che si autodefinisce di centro sinistra ma piace alla confindustria e alla destra, non solo a qualche burocrate di Bruxelles. Altri autorevoli commentatori, perfino sui giornali moderati, preferiscono parlarne di riedizione, a cura dell’exContinua a leggere ““Nemo propheta in patria”: Renzi o Bersani? I Tg di lunedì 19 ottobre”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: