Vai alla barra degli strumenti

Addio a Piero Scaramucci

Con Ennio Remondino, Beppe Giulietti e tanti altri amici e compagni voglio ricordare anche qui  Piero Scaramucci, collega ed amico di tanti incontri, dibattiti, tavolate, allegri e appassionati in quel di Fiesole come alla RAI o al sindacato, o ad articolo 21. Tanti anni sono passati dall’ultima chiacchierata, ma risento ancora il tono cordiale eContinua a leggere “Addio a Piero Scaramucci”

La RAI in attesa della solita lottizzazione

***da articolo21, 19 ottobre 2018 – 3 settimane. Zero CdA.  Da quando la Rai ha un nuovo presidente, il Consiglio di Amministrazione non si è mai riunito. Perché? Perché qualcuno ha ordinato che il primo atto deve essere il cambio di tutti i direttori delle testate e delle reti, a prescindere da qualsiasi valutazione sui risultatiContinua a leggere “La RAI in attesa della solita lottizzazione”

Non dite libertà. Ma liberate

Vi lascio con le mie più recenti battute su Facebook dove potrete seguirmi durante la pausa estiva che prenderò, da qui a settembre, per l’aggiornamento del blog. E in omaggio anche il mio ultimo “pensando in versi”. Buone vacanze, cari amici. E pensiamo in grande. (nandocan)  CON LE ONG I MIGRANTI VEDRANNO L’ITALIA SOLO INContinua a leggere “Non dite libertà. Ma liberate”

Renzi: giocate pure se volete ma il pallone ce l’ho io

Roma, 30 aprile 2018 – A portar via il pallone nella partita tra piddini e grillini per il governo, Matteo Renzi, dimissionario per burla, non ha voluto aspettare neppure il fischio di inizio. Lo ha fatto dallo schermo televisivo di una RAI a lui devota (ancora per poco), nella trasmissione domenicale di Fabio Fazio gentilmenteContinua a leggere “Renzi: giocate pure se volete ma il pallone ce l’ho io”

Fazio e Vespa

***di Massimo Marnetto, 9 gennaio 2018 – E’ giusto che i due “artisti” Fazio e Vespa vogliano intervistare i politici? O possono farlo solo dei giornalisti? Posta in questi termini, la domanda emana un olezzo di proibizionismo. E quindi tutti a sbracciarsi per dire che più informazione c’è in campagna elettorale e meglio è. Giusto.Continua a leggere “Fazio e Vespa”

Usigrai: “Parte la campagna elettorale e arriva l’attacco alla Rai”

Se la RAI “governativa”  ottenuta con la  riforma dovesse passare ad altri dopo le prossime elezioni politiche, allora meglio privatizzarla di fatto con l’abolizione del canone. Potrebbe essere questo il ragionamento fatto da Renzi o chi per lui, se è vera una indiscrezione riportata da La Repubblica, confermata di fatto da un tweet serale dell’ex premier.Continua a leggere “Usigrai: “Parte la campagna elettorale e arriva l’attacco alla Rai””

L’estero nei tg ( video 4’18”)

Roma, 20 novembre 2017 – Se xenofobia e razzismo sono alimentati il più delle volte dalla paura, la paura dall’ignoranza, l’ignoranza dalla disinformazione, quale contributo ha dato la nostra informazione tv al risanamento di quelle piaghe sociali? Una risposta è arrivata col primo rapporto su “gli esteri nei telegiornali”, dall’iniziativa congiunta dei sindacati dei giornalistiContinua a leggere “L’estero nei tg ( video 4’18”)”

Milena Gabanelli: “La Rai? Sarà sempre in mano alla politica”

Da Micromega. Per chi, come me, ha fatto l’inviato in RAI per 30 anni, quasi sempre nel giornalismo di inchiesta è triste dover dare ragione a Milena. Devo aggiungere però che chi ha tenuto la schiena diritta ha potuto farlo, rinunciando magari alla carriera nei quadri dirigenti e affrontando qualche difficoltà. Oggi purtroppo con ilContinua a leggere “Milena Gabanelli: “La Rai? Sarà sempre in mano alla politica””

Ascoltiamoli “a casa loro”. Rompiamo il silenzio sull’Africa

La RAI, sedicente servizio pubblico radiotelevisivo, ha di recente portato a 23 il numero dei suoi corrispondenti dall’estero. E per dimostrare il proprio interesse per quanto avviene nel continente africano, dalle tragedie e dalle sofferenze del quale dipende oltretutto una delle principali emergenze di casa nostra, ha lasciato un solo corrispondente ad occuparsi di quantoContinua a leggere “Ascoltiamoli “a casa loro”. Rompiamo il silenzio sull’Africa”

Ascoltiamoli “a casa loro”. Rompiamo il silenzio sull’Africa

La RAI, sedicente servizio pubblico radiotelevisivo, ha di recente portato a 23 il numero dei suoi corrispondenti dall’estero. E per dimostrare il proprio interesse per quanto avviene nel continente africano, dalle tragedie e dalle sofferenze del quale dipende oltretutto una delle principali emergenze di casa nostra, ha lasciato un solo corrispondente ad occuparsi di quantoContinua a leggere “Ascoltiamoli “a casa loro”. Rompiamo il silenzio sull’Africa”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: