Il voto per i “compiti a casa”. I Tg di martedì 17 maggio

Il voto sarebbe quello dell’Europa che concede 14 miliardi di flessibilità  per  premiare “la crescita di credibilità dell’Italia”. L’ “osservatorio” di Alberto Baldazzi aggiunge il suo voto sui tg: bene quelli RAI che riprendono la soddisfazione di Renzi, male “le cassandre” di Mediaset che temono per la legge di stabilità. Tranne, s’intende,  il nuovo eContinua a leggere “Il voto per i “compiti a casa”. I Tg di martedì 17 maggio”

Sfiducia numero 31. I Tg di martedì 19 aprile

***di Luca Baldazzi – Lo scontro che ha preceduto il voto di fiducia, tutt’ora in corso al Senato, occupa le aperture di Tg1, Tg3, Tg5 e Tg La7. Doppio titolo su alcune testate, uno dedicato al discorso del premier, che si scalda sul tema della differenza tra giustizia e giustizialismo parlando di “sceneggiate televisive” cheContinua a leggere “Sfiducia numero 31. I Tg di martedì 19 aprile”

Rischia il carcere per “offesa ai sentimenti religiosi”. Non a Riad ma in Russia

Ma la vera notizia non è  che Viktor Krasnov, 38 anni, venga processato in Russia per “avere offeso i sentimenti religiosi dei credenti” scrivendo che “non c’è nessun Dio” durante uno scambio di messaggi su internet. Anche se rischia un anno di carcere. Fino al novembre dell’anno 2000, quando la norma venne abolita con sentenzaContinua a leggere “Rischia il carcere per “offesa ai sentimenti religiosi”. Non a Riad ma in Russia”

Vatileaks, solidarietà della Fnsi a Fittipaldi e Nuzzi “I giudici vaticani si rifacciano ai principi della Cedu”

Sarò forse ingenuo o troppo ottimista o anche troppo poco informato, ma credo (voglio credere) che Fittipaldi e Nuzzi non saranno mai condannati per aver fatto soltanto il loro dovere di informare e che il loro coinvolgimento giudiziario sia piuttosto qualcosa di simile a un “atto dovuto”. Lo credo soprattutto per due ragioni. La prima è cheContinua a leggere “Vatileaks, solidarietà della Fnsi a Fittipaldi e Nuzzi “I giudici vaticani si rifacciano ai principi della Cedu””

– 130. I Tg di giovedì 5 novembre

 ***di Luca Baldazzi – Sono 130 le udienze già programmate da qui al prossimo luglio nel processo “Mafia-Capitale”, cominciato oggi a Roma. I Tg si mostrano agguerriti e pronti a gestire l’evento di cronaca giudiziaria dell’anno (aperture per i Tg Rai, nei titoli per tutti), con Tg La7 che annota come nell’aula si contassero più giornalisti cheContinua a leggere “– 130. I Tg di giovedì 5 novembre”

Gli insulti ai figli oscurano la notizia su Paolo Borsellino

Anche se più che di una notizia si tratta di un’importante conferma, Lorenzo Frigerio rileva giustamente la disattenzione dei colleghi giornalisti sul fatto che la strage di via D’Amelio avvenne appena ventiquattr’ore prima che Paolo Borsellino deponesse davanti alla procura di Caltanissetta. La dichiarazione dei figli  Lucia e Manfredi al processo “Borsellino quater” che inContinua a leggere “Gli insulti ai figli oscurano la notizia su Paolo Borsellino”

“Nemo propheta in patria”: Renzi o Bersani? I Tg di lunedì 19 ottobre

“Nemo propheta in patria”, scrive Coletta (anche Mentana?) alludendo, a mio avviso con troppa leggerezza,  alla politica economica di un governo che si autodefinisce di centro sinistra ma piace alla confindustria e alla destra, non solo a qualche burocrate di Bruxelles. Altri autorevoli commentatori, perfino sui giornali moderati, preferiscono parlarne di riedizione, a cura dell’exContinua a leggere ““Nemo propheta in patria”: Renzi o Bersani? I Tg di lunedì 19 ottobre”

Noi non lo assolviamo

da Massimo Marnetto, 12 marzo 2015 – L’assoluzione di Berlusconi da parte della Cassazione fa pensare che il clima d’intimidazione contro la magistratura portato dalla responsabilità civile del giudice sia già inconsciamente interiorizzato. Colpisce che tutta l’argomentazione volta ad escludere il reato di prostituzione minorile ruoti attorno all’ipotesi che B non conoscesse la minore etàContinua a leggere “Noi non lo assolviamo”

A reti (quasi) unificate. I Tg di giovedì 5 marzo

 Forse se i telegiornali si occupassero un po’ più di chiarire i termini delle “frizioni” tra e nei partiti anziché limitarsi a registrare gli slogan di propaganda, le ragioni della politica risulterebbero meno odiose. Alla lunga una semplificazione eccessiva può essere più noiosa dell’approfondimento (nandocan). ***di osservatorio tg – La politica interna di certo nonContinua a leggere “A reti (quasi) unificate. I Tg di giovedì 5 marzo”

“La Tav va sabotata”. Lo scrittore Erri De Luca sotto processo. Per un reato d’opinione

Il processo di Torino a carico di Erri De Luca per il reato di istigazione a delinquere è stato rinviato al 16 marzo. ” Io ho usato la parola “sabotaggio”, che è una parola nobile usata anche da Gandhi – ha di chiarato lo scrittore ai giornalisti presenti all’udienza dell’altro ieri – Continuo a pensare cheContinua a leggere ““La Tav va sabotata”. Lo scrittore Erri De Luca sotto processo. Per un reato d’opinione”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti