Lo spavento dell’avvocato Coppi

Esterrefatto: etimologicamente, “preso da grande spavento”. Così si è dichiarato l’avvocato Coppi, appena venuto a conoscenza che la Cassazione si sarebbe occupata di Berlusconi il 30 Luglio. Strano, perché se – come più volte sostenuto da Berlusconi e tutto il suo rettilario di pitoni e pitonesse – un imputato si sente innocente e “perseguitato” vuoleContinua a leggere “Lo spavento dell’avvocato Coppi”