Vai alla barra degli strumenti

Avanti c’è posto

  Roma, 9 luglio 2017 –  Chi ha potuto leggere stamani l’estratto del libro di Matteo Renzi pubblicato su la Repubblica avrà definitivamente compreso non solo che qualunque tentativo di Pisapia o di altri per mediare tra il PdR e articolo uno e’ destinato a fallire ma che l’autore di “Avanti”, annusata la brutta ariaContinua a leggere “Avanti c’è posto”

PD. Le varianti del compromesso

Roma, 9 marzo 2017 – Previsioni funeste, per il Pd, quelle di Piero Ignazi sulla Repubblica di ieri. “Le primarie, in queste condizioni, rischiano di essere letteralmente esplosive…il cosiddetto congresso si risolverà in una polveriera. E a raccoglierne i resti provvederà il centro destra”. Chissà se il ragionamento che ha portato l’illustre politologo a questeContinua a leggere “PD. Le varianti del compromesso”

Perché la scissione (risposta a Calabresi)

Roma, 17 febbraio 2017 – Sconcerto, stupore, indignazione. Mi rendo conto di quanto possa essere difficile, per chi non ha mai messo piede in un circolo del Pd, comprendere le ragioni del suo dibattito interno. Di certo i media potrebbero fare qualcosa di più che stuzzicare o fingere di condividere le reazioni superficiali della gente. InContinua a leggere “Perché la scissione (risposta a Calabresi)”

Perché la scissione (risposta a Calabresi)

Roma, 17 febbraio 2017 – Sconcerto, stupore, indignazione. Mi rendo conto di quanto possa essere difficile, per chi non ha mai messo piede in un circolo del Pd, comprendere le ragioni del suo dibattito interno. Di certo i media potrebbero fare qualcosa di più che stuzzicare o fingere di condividere le reazioni superficiali della gente. InContinua a leggere “Perché la scissione (risposta a Calabresi)”

ConSenso. Per un nuovo centro sinistra

Roma, 29 gennaio 2017 – ConSenso. La scritta a caratteri cubitali su sfondo verde, con la S di sinistra evidenziata dalla maiuscola, saluta dal palco del Centro Frentani di Roma i fondatori del nuovo movimento “senza tessere” nato dai comitati per il No di Guido Calvi e Massimo D’Alema. In forma come non mai il “rottamato” per eccellenza ironizza: iContinua a leggere “ConSenso. Per un nuovo centro sinistra”

Rubano senza più vergogna. Caffè del 22 aprile

 Apprezzo i buoni propositi di Corradino e, come ho fatto sino a ieri, riprendo volentieri ad agevolare la lettura dei suoi gustosi caffè con qualche sottolineatura in grassetto, aggiungendo eventualmente una mia nota. (nandocan). ***di Corradino Mineo, 22 aprile 2016*  – Torna il caffè, dopo due giorni di silenzio. L’altro ieri, impegnato a seguire per Left le primarie nelloContinua a leggere “Rubano senza più vergogna. Caffè del 22 aprile”

Ciao, Giulio. I Tg di venerdì 12 febbraio

 ***di Alberto Baldazzi – La cerimonia per l’addio a Giulio Regeni è in apertura per Tg1, Tg3 e Tg4, copertina per Tg5: un funerale cui la famiglia ha assicurato i toni della compostezza e del rispetto per una vita breve e orribilmente straziata, ma vissuta con grande impegno e dignità da un ragazzo raro. AncheContinua a leggere “Ciao, Giulio. I Tg di venerdì 12 febbraio”

I giornali son tornati. Caffè

***di Corradino Mineo, 3 maggio 2015 – Milano “cancella”, Milano “più forte”, Milano “la rivolta” Repubblica, Stampa e Corriere. Dunque, Milano il giorno dopo. Quello che hanno fatto i milanesi – non so se pochi e molto intervistati, o se invece abbastanza numerosi – e cioè di impugnare la scopa, di armarsi di vernice e pennello per cancellareContinua a leggere “I giornali son tornati. Caffè”

La staffetta (I Tg di venerdì 7 febbraio)

di Osservatorio Tg – Quasi tutti i Tg inseguono  anche la mimica facciale di Renzi e Letta, i loro tweet, i loro retropensieri;   conseguentemente la serata è pomposamete presentata come il day after di una direzione Pd che, in realtà, non ha detto e non ha deciso niente. Dalla “resa dei conti” riciclata in apertura dal Tg5, al ripudioContinua a leggere “La staffetta (I Tg di venerdì 7 febbraio)”

Osservatorio tg. Pd: in quale “direzione”?

I Tg di giovedì 16 gennaio – Renzi domina nelle aperture di tutti i Tg con la prima Direzione Pd sotto la  sua segreteria.  Le diverse testate mostrano un comun denominatore, ovvero il duello tra Segretario e Premier che riguarda sia il passato (giudizio sul governo), sia il futuro (attesa di vita e orizzonte programmatico); quello che le distingueContinua a leggere “Osservatorio tg. Pd: in quale “direzione”?”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: