Oggi alle 18 tutti a piazza Farnese in solidarietà con le vittime e a difesa della libertà di espressione e di informazione

 Armati di kalashnikov, sono entrati al grido di “Allah u’ akhbar” nella sede parigina di Charlie Hebdo. Erano tutti lì per una riunione di redazione, e hanno compiuto la strage. Che è stata rivendicata: “non infangherete più la figura del profeta Maometto”. Ma lì come altrove quel grido aveva un unico scopo: quello di coinvolgere abusivamente l’Islam e ilContinua a leggere “Oggi alle 18 tutti a piazza Farnese in solidarietà con le vittime e a difesa della libertà di espressione e di informazione”