Pistole in diretta Tv. Fuori Buonanno dal Parlamento Ue

Io ho firmato perché dovrebbe esserci un limite alla competizione sugli ascolti e alle forme più oscene di populismo. Non so a voi, a me preoccupa la facilità con cui da parte di certi esponenti della destra (non ultima Giorgia Meloni a Ballarò) si allarga l’interpretazione delle norme sulla legittima difesa a chi spara (e uccideContinua a leggere “Pistole in diretta Tv. Fuori Buonanno dal Parlamento Ue”

Un codice per garantire trasparenza, meritocrazia e indipendenza nelle nomine a tutte le cariche pubbliche. Petizione su Change.org

Fino ad oggi (ieri?vedremo) governo, partiti, cordate, logge e cricche varie si sono spartiti le poltrone degli enti e delle società che dipendono dal potere pubblico. Ogni tanto capita che venga fatto il nome di un manager onesto e competente, ma generalmente i criteri sono altri e il valzer delle nomine lo dimostra. Fra leContinua a leggere “Un codice per garantire trasparenza, meritocrazia e indipendenza nelle nomine a tutte le cariche pubbliche. Petizione su Change.org”

Grecia: tv spenta, la democrazia stenta

di Stefano Corradino, 14 giugno 2013* Spegnere la televisione equivale a spegnere la democrazia. Quando poi l’attacco alla democrazia viene rivolto proprio alla Grecia, culla della democrazia e della civiltà occidentale (il termine, “démos+cràtos”, deriva proprio dal greco, come almeno una parola su cinque del nostro vocabolario) il problema non può riguardare un solo Stato ma quantomeno, l’intero continente europeo. Il presidio di ieriContinua a leggere “Grecia: tv spenta, la democrazia stenta”