La vecchia storia del “partito nuovo”

Roma, 29 aprile 2019 – “Quando un partito di sinistra fa il partito di massa e incrocia un movimento di protesta, il movimento di protesta si sfalda”. Così Massimo Cacciari questa mattina sulla Repubblica, intervistato da Goffredo de Marchis  per un commento sull’esito del voto politico in Spagna. Ovviamente vi si parla del PD. “Se vuoiContinua a leggere “La vecchia storia del “partito nuovo””

Fare un partito per fare società (o viceversa)

Roma, 27 marzo 2018 – Lo dico senza ironia. Come siamo bravi noi di sinistra a fare, dopo l’ennesima batosta elettorale, analisi rigorose, impietose, ben scritte, praticamente perfette. Leggete  questa di Arturo Scotto,  parlamentare ex DS passato in seguito attraverso varie formazioni politiche della sinistra radicale fino a MdP e alla bocciatura elettorale del 4Continua a leggere “Fare un partito per fare società (o viceversa)”

Riprogettare la partecipazione

***di Massimo Marnetto. 11 marzo 2018 – Lunedì: presentazione di un libro – Martedì: un’associazione di volontariato dice quello che fa – Mercoledì: Sostegno psicologico, educativo, anti-violenza familiare, anti-bullismo, ecc. – Giovedì: Focus politico con analisi dei temi nazionali – Venerdì: Focus territoriale con analisi dei temi del territorio – Sabato: passeggiata guidata per scoprireContinua a leggere “Riprogettare la partecipazione”

Referendum. Elogio dell’accozzaglia

Alla gustosa presa in giro di Emilio Radice dell’insulto renziano, appena letta su Alganews, aggiungo volentieri il mio elogio, non certo dell’accozzaglia, che nel nostro vocabolario mantiene un significato negativo, ma della disponibilità a trovare l’intesa da parte di persone che la pensano diversamente. Non su tutto, ovviamente, nel qual caso ci troveremmo di fronte al deprecabilissimoContinua a leggere “Referendum. Elogio dell’accozzaglia”

Barca sul risultato delle primarie.Prima il partito.

Il problema è che Matteo Renzi, secondo un’opinione diffusa e condivisa dal giornalista del Corriere della sera, Aldo Cazzullo,  ieri sera a “Piazza pulita”, non aveva alcuna voglia di fare il segretario del Pd e ha preso parte alle primarie “solo per impedire l’accordo Letta-Alfano”. Comunque, si può sempre sperare in una conversione…(nandocan) dalla newsletterContinua a leggere “Barca sul risultato delle primarie.Prima il partito.”

Ma perché Fabrizio Barca non si è candidato? Provo a rispondere.

Roma, 27 ottobre 2013 – Io credo che Fabrizio Barca non si sia candidato perché per il partito della sinistra che lui ha in mente era indispensabile un “precursore” e non un “messia”. Il PD non possiede ancora la maturità nè un’organizzazione adeguata ai compiti delineati nel  progetto di “mobilitazione cognitiva”, non è preparato ad abbandonareContinua a leggere “Ma perché Fabrizio Barca non si è candidato? Provo a rispondere.”