Vai alla barra degli strumenti

La Valle e la sconfitta della sinistra

“I risultati elettorali, che sono stati per molti ragione di sconforto e di paura, hanno segnato una discontinuità che apre alle speranze del futuro. Ora che cosa farebbe Aldo Moro? Certo bisogna impedire il suicidio alla maniera di Andreas Lubitz”. Così Raniero La Valle nella newsletter di ieri, intitolata “Una felice discontinuità”, che tutti poteteContinua a leggere “La Valle e la sconfitta della sinistra”

Staino, Gramsci e l’Unità

I colleghi del giornale fondato da Antonio Gramsci hanno sempre avuto la mia solidarietà in questi anni (decenni?) di traversie e continueranno ad averla. Ma sono certo che da tempo abbiano dovuto prendere atto che l’Unità non è (o meglio non era ) un giornale come gli altri. Era un giornale di sinistra e haContinua a leggere “Staino, Gramsci e l’Unità”

PD. Il nodo decisivo del segretario/premier

Roma, 19 marzo 2017 – Eccoli ai nastri di partenza, scrive Giovanna Casadio di Repubblica. Da domani le candidature alla segreteria del Partito democratico di Michele Emiliano, governatore della Puglia, Andrea Orlando, ministro Guardasigilli e l’ex premier e segretario uscente Matteo Renzi, verranno proposte all’attenzione della base del partito nei 6.352 circoli, in vista dellaContinua a leggere “PD. Il nodo decisivo del segretario/premier”

Perché la scissione (risposta a Calabresi)

Roma, 17 febbraio 2017 – Sconcerto, stupore, indignazione. Mi rendo conto di quanto possa essere difficile, per chi non ha mai messo piede in un circolo del Pd, comprendere le ragioni del suo dibattito interno. Di certo i media potrebbero fare qualcosa di più che stuzzicare o fingere di condividere le reazioni superficiali della gente. InContinua a leggere “Perché la scissione (risposta a Calabresi)”

Perché la scissione (risposta a Calabresi)

Roma, 17 febbraio 2017 – Sconcerto, stupore, indignazione. Mi rendo conto di quanto possa essere difficile, per chi non ha mai messo piede in un circolo del Pd, comprendere le ragioni del suo dibattito interno. Di certo i media potrebbero fare qualcosa di più che stuzzicare o fingere di condividere le reazioni superficiali della gente. InContinua a leggere “Perché la scissione (risposta a Calabresi)”

PD. Per un’alternativa radicale al renzismo

Roma, 8 dicembre 2016 – Matteo Renzi ci riesce, anche dopo la sconfitta, a suscitare l’applauso e l’entusiasmo dei suoi. Con un sorriso forzato dichiara: “Dopo il 4 dicembre c’è un incredibile boom di richieste di iscrizione al Pd“. Sarà vero? Dovremmo chiederci allora quanti stanno (ri)entrando dalla sinistra nella speranza di un riequilibrio diContinua a leggere “PD. Per un’alternativa radicale al renzismo”

Renzi e Il furto della sinistra

***Roma, 3 aprile 2016  (editoriale) – Alle mozioni di sfiducia annunciate dalle opposizioni per la vicenda giudiziaria che ha coinvolto il governo costringendo alle dimissioni il ministro Guidi, Matteo Renzi ha reagito con una certa indifferenza, come per un incidente di “routine”. “Andremo, in Parlamento – ha detto – spero il prima possibile. E ancora unaContinua a leggere “Renzi e Il furto della sinistra”

Appello del CDC ai deputati: Arrestare l’Italicum

Coordinamento per la Democrazia Costituzionale ***24 aprile 2015 – L’avvicinarsi del voto in Aula sull’Italicum dà luogo, per il merito e il metodo delle scelte fin qui praticate, a preoccupazioni e timori. È grave che si arrivi a una legge elettorale che non cancella le storture del Porcellum, e non tiene conto dei chiari principiContinua a leggere “Appello del CDC ai deputati: Arrestare l’Italicum”

Tanti auguri presidente, ma i superpoteri di Napolitano restino una parentesi

dal blog di Antonio Sicilia, 31 gennaio 2015 – Sergio Mattarella è presidente della Repubblica con 665 voti. È una vittoria del Partito Democratico. L’unico partito maggioritario in Italia, capace finalmente di fare sintesi al proprio interno, senza far prevalere interessi di corrente e rivincite. È una vittoria di Matteo Renzi, che finalmente ha onorato nelContinua a leggere “Tanti auguri presidente, ma i superpoteri di Napolitano restino una parentesi”

Rai, Margiotta, “prima la mission e poi canone e governance”

 Salvatore Margiotta, senatore del Partito Democratico e Vicepresidente della Commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai, in un’intervista sul sito di Articolo21 interviene sul futuro della Rai fra riforma, pagamento del canone e introiti pubblicitari, compiti e direzione del servizio pubblico, ecc.(nandocan) ***intervista di Renato Parascandolo, 14 novembre 2014 – Senatore Margiotta, entro il mese di novembreContinua a leggere “Rai, Margiotta, “prima la mission e poi canone e governance””

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: