Monetine

***di Massimo Marnetto, 8 ottobre 2019 – La riduzione dei parlamentari mi sembra il lancio di 345 monetine sulle Camere. Uno sfogo contro la casta, per lenire la frustrazione dei cittadini, scambiando il mancato taglio di stipendi e privilegi, con il taglio delle poltrone. Non mi sembra un gran risultato per riavvicinare eletti ed elettori.Continua a leggere “Monetine”

Alzarsi dal divano

Può sembrarci un paradosso che sia un anziano giornalista ed ex senatore della prima repubblica a richiamare tutti alla necessità non trattabile della politica e al diritto dovere costituzionale di “concorrere a determinare la politica nazionale” (art.49). E in effetti questo appello fin troppo appassionato lo è, ma sarà meglio ascoltarlo prima che il disgustoContinua a leggere “Alzarsi dal divano”

“So’ tutti eguali”?

Roma, 24 febbraio 2018 – “Sono tutti uguali”. Badate, non in base alla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo che ci proclama tutti “Liberi e Uguali”, anche se ahimè non lo siamo, ma con riferimento alla corruzione diffusa nel mondo politico. Di fatto, se non  sempre coscientemente, sembra essere questa la convinzione di fondo che ispira ilContinua a leggere ““So’ tutti eguali”?”

Si ferma il Brancaccio ma la parola resta ai cittadini

***Roma, 14 novembre 2017. – Con dispiacere molti di noi hanno letto ieri sul sito dell’Alleanza Popolare per la democrazia e l’uguaglianza, una lunga spiegazione di Tomaso Montanari dei motivi per cui il cammino avviato il 18 giugno scorso al teatro Brancaccio di Roma viene interrotto dagli stessi promotori e la grande assemblea nazionale convocataContinua a leggere “Si ferma il Brancaccio ma la parola resta ai cittadini”

Si ferma il Brancaccio ma la parola resta ai cittadini

***Roma, 14 novembre 2017. – Con dispiacere molti di noi hanno letto ieri sul sito dell’Alleanza Popolare per la democrazia e l’uguaglianza, una lunga spiegazione di Tomaso Montanari dei motivi per cui il cammino avviato il 18 giugno scorso al teatro Brancaccio di Roma viene interrotto dagli stessi promotori e la grande assemblea nazionale convocataContinua a leggere “Si ferma il Brancaccio ma la parola resta ai cittadini”

Roma da rifare – 3 (6’34”)

Brevità e concretezza. Sul tabellone decine di foglietti distribuiti e raccolti da tutti i presenti, ognuno con poche righe di proposte concrete per il governo di una città da rifare. Serviranno a orientare il programma politico di “Democrazia e Uguaglianza”, iniziativa lanciata il 18 giugno scorso al Teatro Brancaccio di Roma. Siamo nell’assemblea territoriale deiContinua a leggere “Roma da rifare – 3 (6’34”)”

Roma da rifare – 3 (6’34”)

Brevità e concretezza. Sul tabellone decine di foglietti distribuiti e raccolti da tutti i presenti, ognuno con poche righe di proposte concrete per il governo di una città da rifare. Serviranno a orientare il programma politico di “Democrazia e Uguaglianza”, iniziativa lanciata il 18 giugno scorso al Teatro Brancaccio di Roma. Siamo nell’assemblea territoriale deiContinua a leggere “Roma da rifare – 3 (6’34”)”

PD 10 anni prima. Le speranze deluse

In tre video, le attese di allora (e la delusione di oggi). La lezione dimenticata di Scoppola: dai movimenti ai partiti Nascono i circoli del Pd Si può (poteva) fare      

Se non vogliamo che siano i giudici a decidere la politica

Roma, 12 aprile 2017 – Le contraddizioni attribuite ai Cinque Stelle non soltanto sulla collocazione, a destra o a sinistra, nello schieramento parlamentare ma anche e soprattutto sulla flessibile   democrazia interna del movimento hanno riacceso, col caso Genova,  il dibattito su quale sia il “metodo democratico” con cui l’articolo 49 della Costituzione prevede da 69Continua a leggere “Se non vogliamo che siano i giudici a decidere la politica”

Chi vuole la guerra tra i poveri?

Roma, 21 dicembre 2016 – Non era lui il killer di Berlino ma è bastato che la polizia tedesca arrestasse la sera dell’attentato un profugo pakistano perché anche da noi sulla stampa di destra ricomparissero i toni da crociata sugli immigrati, che è poi esattamente quello che i terroristi si aspettano. E non da parteContinua a leggere “Chi vuole la guerra tra i poveri?”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti