Bonus subito o soluzione domani

Il vantaggio indiretto di una legge è un indicatore della coesione di un popolo. Cioè gli elettori sono disposti ad attendere il tempo tecnico di maturazione di un provvedimento, perché sanno che le cose complicate richiedono tempo. Come per i vaccini. Non è che l’obbligo agli over 50 possa cambiare domani i numeri altissimi dellaContinua a leggere “Bonus subito o soluzione domani”

Dalla Peste del 1630 alla Spagnola di 100 anni fa, da sempre il negazionista figlio della paura

Negazionismi antichi come le epidemie, a negare per paura ed accusare il nemico facile, il diavolo, il peccato, o per colpire il nemico utile. Sull’UffPost Donatella Lippi, professoressa di Storia della Medicina all’Università degli Studi di Firenze, raccontava a Linda Varlese come nei secoli tante pandemia sono state negate, «talvolta per motivi politici». Non era laContinua a leggere “Dalla Peste del 1630 alla Spagnola di 100 anni fa, da sempre il negazionista figlio della paura”

Azzurro velo

Mordono i primi freddi la mattina.* Malinconia di nubi chiude il cielo di grigio e nelle strade le belle donne coprono i sorrisi di cielo azzurro tramutato in velo. Se non godremo più dei loro visi, per quanto tempo ancora non sappiamo, diran con gli occhi o forse in un sussurro dietro quel velo leContinua a leggere “Azzurro velo”

Le due strade dopo la crisi

E’ possibile chela pandemia del coronavirus, colpendo tutto il genere umano, generi finalmente la consapevolezza comune della necessità della costruzione di una sfera pubblica globale: di una Costituzione della Terra, che secondo la nostra proposta precostituisca, contro tutte le emergenze planetarie – non solo sanitarie ma anche ambientali, nucleari e alimentari – garanzie e istituzioni globali di garanzia dei diritti fondamentali di tutti gli esseri umani del pianeta.

Con fusione (00:57)

(video poesia)   Vele bianche di nubi alla deriva nel cielo azzurro dicono che il vento porta con loro un’infezione e allora non sai più dove sia la perfezione.   Contorni d’ombra disegnati al sole da profili di case e di persone dicono che la luce più non vuole mostrare volti sorridenti e allora tiContinua a leggere “Con fusione (00:57)”

L’ombra della dittatura

“Stiamo a tanto così dal baratro ungherese”, scrive oggi Massimo Marnetto nel suo commento quotidiano. Ovviamente l’Italia non è la Turchia, dove tre ragazzi incarcerati dal regime di Erdogan “per i testi delle loro canzoni contro i corrotti e le violenze del potere” sono stati lasciati morire per un prolungato sciopero della fame. E neppureContinua a leggere “L’ombra della dittatura”

Lavorare da casa è meglio o peggio?

Dal punto di vista del lavoratore, s’intende. Dal punto di vista della collettività, tenendo conto dei benefici per l’ambiente,  la risposta favorevole prevarrebbe forse su quella contraria. Da quello del datore di lavoro, pubblico o privato che sia, si porrebbe certo il problema di un controllo di produttività. Accanto alla tentazione di infierire con leContinua a leggere “Lavorare da casa è meglio o peggio?”