La Francia nel pallone. I Tg di martedì 14 maggio

Forse qualcosa è sfuggito a me come a Baldazzi ma non mi pare di aver notato, fra i tanti servizi sulle manifestazioni sindacali e soprattutto sui disordini del Paese vicino, qualche spiegazione dei motivi per cui i lavoratori scendono in piazza contro la loi travail, se non il riferimento ad un imprecisato Jobs Act francese. SarebbeContinua a leggere “La Francia nel pallone. I Tg di martedì 14 maggio”

L’abbraccio ad Orlando. I Tg di lunedì 13 giugno

Più che una tentazione, l’abuso delle testimonianze riprese dai social media è conseguenza diretta del compromesso fra i due principali obbiettivi che si pongono le testate, il maggior numero di ascolti con il minor costo possibile di tempo e di denaro. Che poi il servizio pubblico richieda criteri diversi da quelli in uso nelle tv commercialiContinua a leggere “L’abbraccio ad Orlando. I Tg di lunedì 13 giugno”

Omofobia e terrore. Caffè del 13 giugno

Denunciare l’incoerenza, le contraddizioni logiche nei comportamenti più diffusi non soltanto dei potenti, ma della società nel suo insieme. Mostrare in ogni circostanza, sfidando l’impopolarità, l’arbitrio e il relativismo, in certa misura inevitabile, della nostra morale, l’uso frequente di due pesi e due misure a motivo di convenienza o di pregiudizio. Non vedo altro modo per contrastare ilContinua a leggere “Omofobia e terrore. Caffè del 13 giugno”

A me m’hanno rovinato le borse. I giornali del 21 gennaio

 Corradino Mineo si chiede, come tanti, se si possa uscire da una crisi che pare essere senza sbocco. Certo che si può, ma non con la “mano invisibile” dei mercati  o qualche aggiustamento superficiale da parte della politica. Quelle che lui definisce “risposte a croce”, secondo me, si possono riassumere in una sola: o “unaContinua a leggere “A me m’hanno rovinato le borse. I giornali del 21 gennaio”

Il triste Family Day

Io penso che in quanti negano alla coppia omosessuale il diritto e la possibilità di formare una famiglia adottando dei figli, in quanto la crescita del bambino avrebbe assoluto bisogno di una figura femminile e di una figura maschile, vi sia un errore psicologico e culturale di fondo. Che molti di noi fanno, e anch’io in passato ho fatto,Continua a leggere “Il triste Family Day”

Da oggi Bergoglio un papa senza maggioranza. L’omaggio a Paolo VI, un papa che seppe governare “in solitudine”

Pubblico volentieri questo punto di vista di Piero Schiavazzi, tralasciando soltanto, anche per ragioni di spazio, un discutibile parallelo del Papa attuale con Matteo Renzi. Al testo integrale è possibile accedere con un clic. Personalmente, credo che i tempi dell’evoluzione ecclesiastica (o dello Spirito Santo per chi crede) abbiano ben poco a che vedere con leContinua a leggere “Da oggi Bergoglio un papa senza maggioranza. L’omaggio a Paolo VI, un papa che seppe governare “in solitudine””

Papa Francesco, Guy Fawkes Day in Vaticano: il questionario di Bergoglio accende le polveri del Sinodo

di Piero Schivazzi, 5 novembre 2013* – Sarà che in Inghilterra il 5 novembre evoca odore di polveri da sparo. Ma le 38 domande ricevute dall’episcopato britannico, per tradizione il più avvezzo alla democrazia, e messe subito in rete attraverso un’indagine anonima e aperta a tutti, potrebbero esercitare sulla compassata, e ingessata, istituzione del sinodo l’effetto deiContinua a leggere “Papa Francesco, Guy Fawkes Day in Vaticano: il questionario di Bergoglio accende le polveri del Sinodo”