Rivoluzione in “sardina”

Roma, 15 dicembre 2019 – Un’intollerabile crescita delle disuguaglianze imposta dal neoliberismo non poteva che favorire il radicalismo delle posizioni politiche. E poiché le diseguaglianze sono cresciute ovunque nel mondo, si accresce anche il radicalismo di destra e sinistra, più a destra che a sinistra dove quest’ultima si  dimostra inadeguata al suo ruolo di protezioneContinua a leggere “Rivoluzione in “sardina””

La patrimoniale in agguato

Roma, 3 giugno 2019 – Alla vigilia dell’arrivo di Trump nella sua città, il sindaco di Londra Sadiq Khan, in un articolo sull’”Observer”, non ha esitato a paragonare il linguaggio usato sui social dal presidente americano  e dai suoi sostenitori europei a quello dei “fascisti del ventesimo secolo”. “Viktor Orban in Ungheria, Matteo Salvini in Italia, MarineContinua a leggere “La patrimoniale in agguato”

La forza delle cose e la debolezza della politica

Roma, 9 gennaio 2019 – Secondo Stefano Folli (Repubblica di oggi) i 5stelle al governo smentiscono se stessi perché “ la forza delle cose impone una convergenza nelle politiche a cui finiscono per adeguarsi tutti i governi, che siano di centrosinistra o di centrodestra”. Che cosa intende dunque Folli per “forza delle cose” ? NonContinua a leggere “La forza delle cose e la debolezza della politica”

Nel partito dell’avventura?

Roma, 14 febbraio 2017 – Alla direzione Pd di ieri Dario Franceschini non è intervenuto, ma parlando coi giornalisti è riuscito come nessun altro a riassumere in due sole frasi il passaggio decisivo a cui il suo partito si trova di fronte. “Se va via dal Pd un ex segretario – ha detto – è un problemaContinua a leggere “Nel partito dell’avventura?”

Zagrebelsky e la riforma incostituzionale

Roma, 29 novembre 2016 – Sbaglierò, ma più il tempo passa, più mi pare che questa campagna elettorale permanente, giocata sulla paura e sul fanatismo, sulla propaganda e sulla menzogna, sull’ignoranza e sul pregiudizio, stia  rivelando il lato più deteriore e meno democratico della politica. Anzi, io credo che “fare politica” sia proprio tutt’altra cosa, comeContinua a leggere “Zagrebelsky e la riforma incostituzionale”

La sindrome di Stoccolma

Quell’Amaca di un giornalista intelligente che ho sempre stimato avrei davvero voluto non leggerla. Specie là dove dice “Il “trasferimento della sovranità dal popolo ai mercati” (o meglio dalla politica all’economia) è cosa fatta da almeno una generazione, a dispetto di La Valle e di una moltitudine di altre persone, tra le quali mi annovero:Continua a leggere “La sindrome di Stoccolma”

Brexit, contraddizioni bilaterali

Da questo articolo, apparso ieri sul sito dell’Istituto Affari internazionali, mi pare di poter dedurre che nel dibattito sul Brexit lo scontro tra gli inglesi alla vigilia del referendum non sia tanto sulla partecipazione o meno al processo di integrazione europea, quanto sul modo migliore per continuare ad impedirlo, frenandolo come hanno fatto finora dall’interno o  boicottandolo dall’esterno.Continua a leggere “Brexit, contraddizioni bilaterali”