Allarme New York Times: missili Nato in Ucraina? «Atomiche di Mosca di fronte agli Usa»

Risposta da guerra fredda all’Ucraina nella Nato. Sarebbe coinvolta la base di russa di Vladivostok. L’allarme arriva dal New York Times: la possibilità che l’esercito russo sposti sulla sua costa orientale armi atomiche (ma non c’erano già?), una misura che potrebbe essere interpretata come una «minaccia diretta» dagli apparati di sicurezza americani. Rischio allarmismi strumentali.
Minacce presunte e possibili provocazioni in una partita per fortuna ancora politica. Ma sempre più rischiosa.

Sulla Nato in Ucraina si gioca col fuoco. Ue o esclusa o agli ordini

Tensioni a est e l’Osce, sicurezza europea, avverte: «La guerra mai così vicina». Lo spagnolo Josep Borrell y Fontelles, affari esteri Ue, si allinea alle posizioni Usa-Nato, tanto da provocare titoli quali «altro che ruolo dell’Ue, Borrell sul carro atlantico». Mosca: ora tutto dipende dagli Usa. Poi il monito: il possibile invio di truppe a Cuba e in Venezuela. Se le alleanze sono libere per la Nato verso i confini russi, libere anche nel continente americano?

La Valle: Salvini è già sconfitto

Troppo ottimista La Valle? Forse. Qualcuno potrebbe osservare che a giudicare dai sondaggi che lo premiano e dalla brutale arroganza di tanti commenti nei social, non si tratta soltanto di Salvini e che ancora troppi italiani non sono quelli che vorremmo che fossero. Potrebbe aggiungere che ambiguità persistono nell’elettorato dei Cinque Stelle. E che seContinua a leggere “La Valle: Salvini è già sconfitto”

Chiamata alle armi. Caffè del 26 aprile

 Sull’invio di soldati in Libia ho più perplessità di quante ne dimostri in conclusione, nell’articolo che segue, Corradino Mineo. Proprio perché credo che i tanti interrogativi giustamente posti dal collega molto difficilmente avranno risposta esauriente. E non mi pare che, a parte l’intensificarsi delle pressioni occidentali e di Obama in particolare, sia già avvenuto il cambiamentoContinua a leggere “Chiamata alle armi. Caffè del 26 aprile”

Dove va la Turchia islamizzata di Erdogan

Da Remocontro il punto di Ennio Remondino sugli obbiettivi della politica di Ankara prima e dopo l’abbattimento dell’aereo russo (nandocan) ***di Ennio Remondino , 24 novembre 2015 L’EVENTO POLITICO 1. L’ordine di sparare contro l’aereo russo dentro o vicino allo spazio aereo turco lo doveva dare ai militari il premier Ahmet Davutoğlu. Scala gerarchica, spieganoContinua a leggere “Dove va la Turchia islamizzata di Erdogan”

Nato sempre più a est in chiave anti Russia per arrivare a cosa?

L’amico e collega Ennio Remondino, nel suo sito RemoContro dove pubblica spesso notizie non facili da reperire sui giornali e in tv, riporta oggi l’annuncio della creazione di 6 nuovi comandi NATO in Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Romania. La Nato, osserva, gioca una strana partita dichiarata di prevenzione ma che somiglia alla provocazione. AllaContinua a leggere “Nato sempre più a est in chiave anti Russia per arrivare a cosa?”

Quei piccoli Stati baltici tanto cattivi con Mosca

Per quanto riguarda il fermento anti-russo in Polonia, ho anch’io un ricordo personale. Nel 1971 mi trovavo per lavoro nei pressi del famoso santuario di Czestochowa. Un sacerdote del monastero mi stava accompagnando con la sua auto per un breve tratto di strada quando venimmo fermati dalla polizia locale per un’accurata ispezione. “Lo fanno spesso – miContinua a leggere “Quei piccoli Stati baltici tanto cattivi con Mosca”