Baviera, argine all’ondata di destra in Europa

***di Udo Gümpel*, 15 ottobre 2018 – La politica di destra anti-migranti non sfonda, ma fa guadagnare tanti voti a un partito del “Willkommen”, benvenuti. A vincere è soprattutto un rinato partito Verde che ha portato la bandiera dell’Europa, dei Diritti Umani e dell’inclusione dei Migranti. Per la Csu è una sconfitta storica che mette un punto diContinua a leggere “Baviera, argine all’ondata di destra in Europa”

Migranti-Ue, fatto l’inganno trovata la legge

A casa nostra non li vogliamo, ma siamo noi che siamo andati a casa loro per primi. Con le armi in pugno li abbiamo invasi, derubati delle loro ricchezze, venduti come schiavi, sfruttati con  il commercio internazionale e corrotti con le dittature. Dovremmo sentirci in debito con loro, ma per i nostri paesi capitalisti l’unicoContinua a leggere “Migranti-Ue, fatto l’inganno trovata la legge”

20 relativamente Grandi, e il clima fa la differenza

Basta scorrere un po’ di titoli dei quotidiani più diffusi per cogliere lo sbandamento: sarà pure il vertice dei 20 Paesi, delle venti economie per importanti nel pianeta, ma ciò che quei potenti riescono a produrre è davvero poca cosa. Sintesi estrema: 1) sul clima vince Merkel che compatta gli altri 19 e isola Trump.Continua a leggere “20 relativamente Grandi, e il clima fa la differenza”

20 relativamente Grandi, e il clima fa la differenza

Basta scorrere un po’ di titoli dei quotidiani più diffusi per cogliere lo sbandamento: sarà pure il vertice dei 20 Paesi, delle venti economie per importanti nel pianeta, ma ciò che quei potenti riescono a produrre è davvero poca cosa. Sintesi estrema: 1) sul clima vince Merkel che compatta gli altri 19 e isola Trump.Continua a leggere “20 relativamente Grandi, e il clima fa la differenza”

Chi tocca Roma muore? Caffè del 30 settembre

Che alla prova del governo della più grande città italiana, disastrata da decenni di mala politica , i cinquestelle avrebbero trovato, almeno nei primi mesi, gravi difficoltà lo sapevamo già tutti, compresi quelli che oggi si scandalizzano oltre misura.  Che il tipo di organizzazione che si sono dati avrebbe complicato la selezione del personale amministrativo, chiContinua a leggere “Chi tocca Roma muore? Caffè del 30 settembre”

Renzi e la ricetta di Obama. Tra il dire e il fare.

Roma, 18 settembre 2016 – Basta col fare “la bella statuina”. La “svolta” di Bratislava. La stampa enfatizza. C’è chi applaude al coraggioso strappo con Berlino e Parigi; chi si mostra preoccupato per le conseguenze sul debito e sulla legge di stabilità; chi sospetta, con qualche fondamento, una mossa studiata per convincere gli elettori diContinua a leggere “Renzi e la ricetta di Obama. Tra il dire e il fare.”

Lo strappo di Bratislava. Caffè del 17 settembre

La rottura di Bratislava. C’è chi applaude al coraggioso strappo con Berlino e Parigi; chi si mostra preoccupato per le conseguenze sul debito e sulla legge di stabilità; chi sospetta, con qualche fondamento, una mossa studiata per convincere gli elettori di centrodestra a votare Sì al referendum costituzionale. Eppure, secondo me, sulle due questioni posteContinua a leggere “Lo strappo di Bratislava. Caffè del 17 settembre”

I Tg di mercoledì 1 giugno

***di Lorenzo Coletta – Aperture una volta tanto differenziate per l’informazione di serata. A tener banco sulle testate Rai sono l’appello lanciato dal Presidente della Repubblica all’unità, sia nazionale che europea, nell’affrontare l’emergenza migranti, e il confronto tra la Cei ed il Ministero degli Interni sui limiti dell’accoglienza (apertura anche per Tg4). Allo scambio tra MonsignorContinua a leggere “I Tg di mercoledì 1 giugno”

Il Papa: per l’Europa un nuovo umanesimo.

I tg di venerdì 6 maggio – Nel giorno in cui, ricevendo il premio Carlo Magno, Papa Francesco parla dell’esigenza di un “nuovo umanesimo europeo” ed ammonisce contro il rischio che la battaglia per l’apertura e la solidarietà possa rappresentare l’ultima utopia franata dell’Unione, quasi tutti i Tg (aperture per Tg1, Tg4, Tg5 e TgContinua a leggere “Il Papa: per l’Europa un nuovo umanesimo.”

Chiamata alle armi. Caffè del 26 aprile

 Sull’invio di soldati in Libia ho più perplessità di quante ne dimostri in conclusione, nell’articolo che segue, Corradino Mineo. Proprio perché credo che i tanti interrogativi giustamente posti dal collega molto difficilmente avranno risposta esauriente. E non mi pare che, a parte l’intensificarsi delle pressioni occidentali e di Obama in particolare, sia già avvenuto il cambiamentoContinua a leggere “Chiamata alle armi. Caffè del 26 aprile”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti