Cambiare l’ordine delle cose (video 7’02”)

Di come “cambiare l’ordine delle cose” si è discusso domenica scorsa 3 dicembre a Roma, nel Forum nazionale promosso dal regista Andrea Segre insieme ad Amnesty Italia, Medici senza frontiere Italia, Banca Etica, Naga, Medu, ZaLab e JoleFilm, e dedicato ad Alessandro Leogrande. Operatori del settore convenuti da tutta Italia hanno discusso di come provvedereContinua a leggere “Cambiare l’ordine delle cose (video 7’02”)”

Salviamole, queste vite umane, ma solo se stanno per affogare.

Roma, 30 Aprile 2017 – Che siano veri o no questi presunti contatti con i cosiddetti “scafisti”, a  me sembra chiaro che la campagna di accuse contro le Ong si stia rivelando una montatura, con due obbiettivi principali: 1)quello di guadagnare voti per le forze politiche che speculano sulla paura e sull’odio per i migranti, 2) per iContinua a leggere “Salviamole, queste vite umane, ma solo se stanno per affogare.”

Non è la nostra Europa (video 5’04”)

Roma, 28 marzo 2017 – Sotto il Ponte di Castel Sant’Angelo, organizzazioni note della società civile come Medici Senza Frontiere, A buon diritto, Amref, Arci nazionale, Baobab Experience, Centro Astalli, CIR – Consiglio Italiano per i Rifugiati, Comitato 3 Ottobre, Intersos, Legambiente Onlus, MEDU – Medici per i Diritti Umani, R@inbow for Africa – R4A, SaveContinua a leggere “Non è la nostra Europa (video 5’04”)”

Neonazisti, estremisti e segregazionisti.I Tg di venerdì 17 maggio

“Lacrime e cinismo, le borse fanno boom” ha titolato ieri il TG4, spiegando come le borse abbiano letto l’omicidio di Jo Cox come un aiuto alla propaganda del No Brexit. Che il fattore emotivo induca nei mercati oscillazioni che hanno ben poco a che vedere con l’andamento dell’economia reale è dato per scontato e faContinua a leggere “Neonazisti, estremisti e segregazionisti.I Tg di venerdì 17 maggio”

Il racconto peggiore. I Tg di venerdì 29 aprile

 ***di Luca Baldazzi – Le rivelazioni sulla morte di Fortuna, bimba di 6 anni di Caivano fatta precipitare dall’ottavo piano dalla mano di un vicino che abusava di lei in un contesto di “totale omertà”- un’omertà che ha coperto altre simili violenze che le indagini hanno svelato – ottengono l’apertura delle testate Mediaset. Ampio loContinua a leggere “Il racconto peggiore. I Tg di venerdì 29 aprile”

Canto del cigno o colpo di coda? I tg di giovedì 28 aprile

Berlusconi abbandona Bertolaso, fino a ieri giudicato “vincente” e punta deciso (si fa per dire) su Marchini “piazzato”. A me sembra un’altra serenata a Renzi in vista del partito della nazione. Vedremo. Con l’augurio che l’appello di Mattarella per l’alleanza dei politici contro la corruzione non sia accolto soltanto dai tg (nandocan). ***di Lorenzo Coletta –Continua a leggere “Canto del cigno o colpo di coda? I tg di giovedì 28 aprile”

Sangue chiama sangue. I Tg di lunedì 15 febbraio

 ***di Lorenzo Coletta – Le tremende immagini che giungono dal confine siriano con la Turchia, dove 5 ospedali e due scuole sono stati bombardati – apparentemente dall’aviazione russa – provocando decine di vittime civili, si impongono in apertura su Tg1, Tg3 e Tg La7. Damasco accusa l’America, mentre la Turchia (che nelle stesse ore haContinua a leggere “Sangue chiama sangue. I Tg di lunedì 15 febbraio”

Male d’Europa. I Tg di martedì 19 gennaio

 ***di Alberto Baldazzi – La tensione tra Bruxelles e Roma tiene banco da quasi una settimana, e i Tg continuano a seguire lo scontro che sempre più chiaramente chiama in campo Berlino. Alcune testate (Tg4) enfatizzano l’aspetto calcistico, altre (Tg3) risultano ispirate dall’adagio “calma e gesso”. Tg La7 enfatizza (a ragione, forse) la scelta diContinua a leggere “Male d’Europa. I Tg di martedì 19 gennaio”

Ancora bombe su un ospedale di Medici Senza frontiere

***di Daniela de Robert, 11 gennaio 2016* – Ancora bombe su un ospedale di Medici Senza Frontiere. Questa volta a Shiara nel nord dello Yemen, nella zona di Rezeh nella provincia di Saada. Quattro i morti accertati, una decina i feriti e ingenti i danni alla struttura. Il 2016 in Yemen inizia così, come si era concluso ilContinua a leggere “Ancora bombe su un ospedale di Medici Senza frontiere”

Afghanistan dei tradimenti Bombe sull’ospedale MSF chi ha indicato i bersagli?

Rapporto Medici senza frontiere sugli attacchi dell’aviazione Usa sull’ospedale di Kunduz. Secondo Msf, non erano in corso combattimenti nell’area dell’ospedale e non c’erano taliban nella zona. Altri due bersagli civili colpiti svela Washington Post. I bersagli furono indicati dagli afghani. Mentre il portavoce militare USA in Afghanistan esprime preoccupazione sulla solidità dei servizi segreti militariContinua a leggere “Afghanistan dei tradimenti Bombe sull’ospedale MSF chi ha indicato i bersagli?”

gtag('config', 'GTM-K2KB4MR', { 'send_page_view': false });