Vai alla barra degli strumenti

La coalizione perché. Landini e Rodotà nell’incontro di Libertà e Giustizia al Testaccio di Roma (video)

Roma, 2 giugno 2015. Una vecchia bandiera rossa del PCI sventolava dalle prime file di una platea gremita di soci e simpatizzanti. Nostalgia? Non direi, non nelle parole di Maurizio Landini e Stefano Rodotà, che ascolterete in questa breve videosintesi (sei minuti circa), registrata al Testaccio di Roma. Al meeting tradizionale di Libertà e GiustiziaContinua a leggere “La coalizione perché. Landini e Rodotà nell’incontro di Libertà e Giustizia al Testaccio di Roma (video)”

C’è speranza, perché si sente la forza di una coalizione sociale

da Massimo Marnetto, 30 marzo 2015 – Il giorno dopo le cose sono più chiare. Dopo la manifestazione a Piazza del Popolo, la Coalizione sociale si fa “massa critica” (Rodotà) per chiedere ai partiti di ripensare alla dignità del lavoro attaccata dal Jobs Act. Al di là della  truffa delle parole, che nascondono la fine della tutela dall’ingiustoContinua a leggere “C’è speranza, perché si sente la forza di una coalizione sociale”

Landini lancia il guanto. Caffè del 29

La piazza con Landini a Roma dopo quella con Don Ciotti a Bologna. “Se la Camera non approverà l’Italicum nello stesso testo passato in Senato, con i voti del Berlusconi (Nazareno), è ancora possibile che la protesta delle piazze si sposi con un’opposizione parlamentare”, scrive Mineo. Una speranza che condivido, affidata alla coerenza e alContinua a leggere “Landini lancia il guanto. Caffè del 29”

Perdente! Caffè del 27 marzo

***di Corradino Mineo – 27 marzo 2015 – “In fondo è tutto più semplice di quello che temiamo”, Altan. “La strage assurda del bravo ragazzo”, la Stampa. Andreas Lubitz, 27 anni, nato in un paesino della Renania-Paletinato, pilota dal 2013 con certificato d’eccellenza, avrebbe chiuso fuori dalla cabina il comandante, disattivato il pilota automatico e veloce laContinua a leggere “Perdente! Caffè del 27 marzo”

Si dimette, non si dimette. Caffè del 18

***di Corradino Mineo, 18 marzo 2015 – Netanyahu è ancora lì, forse ha strappato qualche  seggio in più di Herzog e Livni, ieri sera sembrava che fossero alla pari. Purtroppo né Israelè nè gli Stati Uniti si sono sbarazzati del suo furore cieco. “Israele vota, è testa a testa -scrive Repubblica- Netanyahu: ho vinto io”. Il Corriere mostraContinua a leggere “Si dimette, non si dimette. Caffè del 18”

Tempo da lupi. I Tg di martedì 17 marzo

 ***di Alberto Baldazzi – Nessuna grande differenziazione nelle scalette e nelle impostazioni dei maggiori Tg, anche perché la gerarchia delle notizie si impone per tutti. Il “caso politico” delle ultime ore riguarda infatti il ministro Lupi, per gli “schizzi” che lo investono dall’inchiesta della magistratura fiorentina sul sistema corruzione negli appalti pubblici che ha portato in carcereContinua a leggere “Tempo da lupi. I Tg di martedì 17 marzo”

L’inesauribile filone della corruzione. I Tg di lunedì 16 marzo

***di Alberto Baldazzi – Se non si trattasse della realtà si potrebbe pensare alla mediocre sceneggiatura di un serial televisivo che ogni settimana deve sfornare l’ennesima puntata dedicata alla corruzione. Quasi tutti i Tg aprono sull’inchiesta della magistratura fiorentina che ha scoperchiato l’ennesimo pentolone del malaffare, mescolato questa volta non da una figura di secondo piano maContinua a leggere “L’inesauribile filone della corruzione. I Tg di lunedì 16 marzo”

Felice per Venezia.Caffè del 16

***di Corradino Mineo, 16 marzo 2015 – “Primarie Pd a Casson – scrive Repubblica – così Venezia ha votato per dimenticare il Mose”. Venerdì lo stesso giornale usava i termini magistrato e civatiano per bocciare Casson. Il quale ha però vinto, con la maggioranza assoluta dei voti e con il doppio di quelli raccolti dal principale antagonista, sostenutoContinua a leggere “Felice per Venezia.Caffè del 16”

“Un piano Merkel”, Caffè del 15

***di Corradino Mineo, 15 marzo 2015 – A parte il Corriere, che intervista Squinzi “L’Italia punti sulle imprese” – e il Renzi di Giannelli fa volare l’aquilone di Confindustria – oggi i giornali, un po’ stupiti e qualcuno a denti stretti, raccontano che il Workshop di Cernobbio ha applaudito una nuova star, Yanis Varoufakis! Titolo in prima paginaContinua a leggere ““Un piano Merkel”, Caffè del 15″

“Battiam, battiam le mani” Caffè del 14

di Corradino Mineo, 14 marzo 2015 – La chiesa di Francesco non è la Curia – “ultima corte (rimasta) in Europa”. Non è un Vescovo che accoglie come figlio specialissimo l’uomo d’onore e il politico di buona volontà (cioè amico di sua eminenza). La Chiesa di Francesco vuole riunirsi intorno al Dio che fu Uomo. Chiesa che fa daContinua a leggere ““Battiam, battiam le mani” Caffè del 14″

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: