Un paese rattrappito. I Tg di venerdì 10 giugno

Nel dicembre del 1933 vennero premiate con una visita nella capitale le 93 madri più prolifiche d’Italia. Erano donne che vantavano dai 14 ai 19 figli viventi. Ricevute dal Papa e poi da Mussolini, esse ritirarono dalle mani del Duce un premio in denaro. Improbabile riproporre agli italiani di oggi soluzioni come questa o come laContinua a leggere “Un paese rattrappito. I Tg di venerdì 10 giugno”

Mezze classi,mezzi partiti,mezzi uomini. Sui giornali del 5 dicembre

Leggerlo su “La Stampa” non mi sorprende, così come non avrà sorpreso, io credo, Mineo. “Secondo Orsina, scrive Corradino, dovremmo farcene una ragione: la politica è ormai lo spazio per lucrare qualche decimale di crescita (o di gloria), nelle strettoie concesse dalle scelte che altri, mercati, commissione europea, BCE fanno per noi”. E perché, diContinua a leggere “Mezze classi,mezzi partiti,mezzi uomini. Sui giornali del 5 dicembre”

– 130. I Tg di giovedì 5 novembre

 ***di Luca Baldazzi – Sono 130 le udienze già programmate da qui al prossimo luglio nel processo “Mafia-Capitale”, cominciato oggi a Roma. I Tg si mostrano agguerriti e pronti a gestire l’evento di cronaca giudiziaria dell’anno (aperture per i Tg Rai, nei titoli per tutti), con Tg La7 che annota come nell’aula si contassero più giornalisti cheContinua a leggere “– 130. I Tg di giovedì 5 novembre”

La crisi non c’è più? I Tg di 28 ottobre

  ***di Luca Baldazzi – A volte “crederci” e’ importante. I confortanti dati Istat sulla fiducia di imprese e consumatori tornata a livelli pre-crisi sono apertura per i Tg Rai, Tg5 e Tg La7. Gli interventi in merito del Presidente della Repubblica Mattarella e del presidente del Consiglio Renzi, nel giorno della prima visita ufficialeContinua a leggere “La crisi non c’è più? I Tg di 28 ottobre”