La Scuola della Terra al via nella crisi

Roma, 11 gennaio 2020 – L’Iran, che in un primo tempo aveva negato, ora ammette che “regrettably missiles fired due to human error caused the horrific crash of the Ukrainian plane & death of 176 innocent people”. Il Boeing passeggeri ucraino poco dopo il decollo dall’aeroporto di Teheran è stato abbattuto dalla difesa aerea iraniana,Continua a leggere “La Scuola della Terra al via nella crisi”

Europa impotente

Se neppure crisi pericolose come questa, a due passi da casa nostra, riescono a convincere popoli e Stati europei a condividere una parte della loro sovranità con l’Unione, quel tanto che basta a rappresentare una sola voce, autorevole e indipendente, capace non solo di invocare moderazione, come oggi penosamente si limita a fare,  ma diContinua a leggere “Europa impotente”

Terremoto “Libra”

Proviamo a confrontare il notiziario di questi ultimi giorni (la quasi guerra di Trump con l’Iran in Medio oriente, l’ingresso in grande stile della cryptomoneta nel sistema economico globale e, perché no? la critica radicale del premio Nobel Stiglitz alla resa politica socialdemocratica di questi anni) con il miserabile dibattito politico di casa nostra, aContinua a leggere “Terremoto “Libra””

Rischio terza guerra del golfo e crisi petrolifera

Notizia (allarmante) dell’ultima ora su Televideo e La Stampa: secondo il Pentagono “c’è Teheran dietro l’attacco alle due petroliere saudite”. Passa la linea dura del consigliere alla sicurezza nazionale John Bolton, pronti 120mila uomini da inviare in Medio Oriente” (nandocan) ***di Piero Orteca, 14 maggio 2019 – Ci siamo? Forse. Non facciamo vaticini, ma ignorare quello cheContinua a leggere “Rischio terza guerra del golfo e crisi petrolifera”

Se gli iraniani chiudono lo Stretto di Hormuz

In troppi danno ancora un’occhiata distratta o quasi annoiata ai focolai di guerra nel Medio Oriente, dal pugno di ferro di Netanyahu sui territori occupati e in via di annessione alla tensione sempre più minacciosa tra Iran e Arabia Saudita, dalle prepotenze turche sui Curdi al riaffacciarsi di tensioni pseudo religiose in Libano fino allaContinua a leggere “Se gli iraniani chiudono lo Stretto di Hormuz”

Con la benedizione del voto e di Trump, Netanyahu attacca in Siria installazioni iraniane

Contro la minacciata annessione di una parte dei territori occupati da parte di Israele con l’appoggio di Trump e la corriva tolleranza, pare di capire, di Putin, 37 ex primi ministri, ministri ed ex funzionari dell’Unione europea hanno indirizzato una lettera-appello all’Alto rappresentante Ue per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini,Continua a leggere “Con la benedizione del voto e di Trump, Netanyahu attacca in Siria installazioni iraniane”

Siria via gli Usa, è Russia-Israele la sfida strategica decisiva

Uscendo dal segreto con cui erano stati condotti nei mesi scorsi gli attacchi aerei contro postazioni iraniane in Siria, all’1,29 di questa notte ora israeliana un comunicato del ministero della Difesa israeliano ha annunciato ” stiamo attaccando Forza Qods iraniana in Siria. La Israel Defence Force avverte le Forze Armate Siriane di non provare aContinua a leggere “Siria via gli Usa, è Russia-Israele la sfida strategica decisiva”

L’Iran sceglie Rohani e guarda ad occidente

Hassan Rouhani è stato eletto per la seconda volta alla Presidenza dell’Iran. Ha ottenuto, dati del ministero, 14.619.848 preferenze su 25.966.729 elettori, pari al 56,3%. Il suo avversario, il conservatore Ebrahim Raisi, candidato della guida suprema Khamenei, ha avuto 10.125.855 preferenze, il 38,99%. Dopo questa limpida conferma delle aspirazioni democratiche del popolo iraniano, sarebbe ancora più graveContinua a leggere “L’Iran sceglie Rohani e guarda ad occidente”

L’Iran sceglie Rohani e guarda ad occidente

Hassan Rouhani è stato eletto per la seconda volta alla Presidenza dell’Iran. Ha ottenuto, dati del ministero, 14.619.848 preferenze su 25.966.729 elettori, pari al 56,3%. Il suo avversario, il conservatore Ebrahim Raisi, candidato della guida suprema Khamenei, ha avuto 10.125.855 preferenze, il 38,99%. Dopo questa limpida conferma delle aspirazioni democratiche del popolo iraniano, sarebbe ancora più graveContinua a leggere “L’Iran sceglie Rohani e guarda ad occidente”

NO bavaglio all’informazione. Presidio alle ambasciate di Iran, Egitto, Turchia (video 4’53”)

Roma, via Palestro, presso l’ambasciata turca. Contro il bavaglio all’informazione in Iran, Egitto,Turchia. Che le ambasciate dei Paesi del bavaglio non ci avrebbero fatto avvicinare lo avevamo immaginato, ma qualche isolato più in là il nostro presidio lo abbiamo fatto lo stesso. Un sit in itinerante promosso da Articolo 21 in collaborazione con FNSI, AmnestyContinua a leggere “NO bavaglio all’informazione. Presidio alle ambasciate di Iran, Egitto, Turchia (video 4’53”)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti