Libia, la guerra nascosta per ciò che preme dietro

Da Remocontro, Piero Orteca ammonisce invano un’informazione affaccendata nel gossip e una politica che naviga a vista a prendere atto di quanto ci attende dietro l’angolo della nostra imprevidenza. Mentre al governo continua la campagna elettorale e  i tweet di Salvini ironizzano ancora sul Presidente della Camera Fico per aver dichiarato il 2 giugno festaContinua a leggere “Libia, la guerra nascosta per ciò che preme dietro”

Sospendere Schengen o sospendere la democrazia?

Mentre i ministri degli interni dell’Unione si incontrano per cercare l’ennesimo compromesso, Massimo Nava ci dice dal sito RemoContro di Ennio Remondino che questa sta diventando la scelta obbligata, “se l’informazione, la cultura e la pedagogia politica non servono a contrastare il fenomeno”. Ormai ci siamo, scrive, “anche se si continua a sostenere che le conseguenze sarebberoContinua a leggere “Sospendere Schengen o sospendere la democrazia?”

Fuga dal clima avverso come da fame e guerre

Fuggire da una morte causata dal cambiamento climatico non basta a distinguere un rifugiato? (nandocan) ***di Massimo Lauria, 20 ottobre 2015* – Clima avverso e grado di povertà sono le unità di misura delle migrazioni forzate verso i Paesi ricchi: 150 milioni in sei anni, senza contare i morti. E il numero cresce esponenzialmente diContinua a leggere “Fuga dal clima avverso come da fame e guerre”

Noi, i terroristi e la civiltà del vivere insieme

Che con questi attentati, come con quelli compiuti in passato, i terroristi si propongano di  distruggere “la civiltà del vivere insieme”, come scrive Riccardo Cristiano nell’articolo che segue, a me pare un’interpretazione molto parziale. Non credo questo sia, se non tatticamente, l’ obbiettivo dell’Isis, anche se potrebbe esserne l’effetto, ammesso che quella civiltà non sia stata giàContinua a leggere “Noi, i terroristi e la civiltà del vivere insieme”

Romani per caso

Il testo della videopoesia: Sei mai venuto a Roma in primavera, quando la dea concede le sue grazie alle folle scomposte di gitanti, romani improvvisati? Un sorriso alla foto d’ordinanza, la debolezza umana di un ricordo, e si ritorna a bordo. Un concerto di suoni e di colori li accompagna nei vicoli affollati di TrastevereContinua a leggere “Romani per caso”

Romani per caso (videopoesia)

Ironico rispettoso omaggio alla dea Roma e ai milioni di turisti , romani “per caso”, che hanno dedicato qualche giorno o qualche ora alla disordinata vita di questa città. Le riprese del breve video (meno di quattro minuti) sono state fatte con videocamera Sony nel maggio 2015.   Il testo della videopoesia: Sei mai venutoContinua a leggere “Romani per caso (videopoesia)”

Immigrati, le associazioni bocciano il vertice Ue. “Decisioni ottuse e ipocrite”

Coro unanime delle associazioni contro le decisioni del vertice straordinario dei ventotto capi di Stato e di governo sull’immigrazione. Migrantes: “Dal vertice piccoli passi di un’Europa timorosa”. Medu: “Le misure, foglie di fico per nascondere un fallimento”. Centro Astalli: “Ennesimo buco nell’acqua” ***dal Redattore Sociale, 24 aprile 2015 – Coro unanime delle associazioni contro le decisioniContinua a leggere “Immigrati, le associazioni bocciano il vertice Ue. “Decisioni ottuse e ipocrite””

L’integralismo dei disperati e quello degli “integrati”. I Tg di giovedì 16 aprile

 Riflettendoci, all’origine di ambedue gli “integralismi” c’è quasi sempre la stessa motivazione: una dolorosa guerra tra poveri sfruttata da mestatori e profittatori e osservata con troppo distacco da quanti dovremmo approfondirne le cause e i rimedi (nandocan). ***di Alberto Baldazzi – Lo spirito dei tempi conquista un altro palcoscenico. Quasi tutti i Tg aprono sulleContinua a leggere “L’integralismo dei disperati e quello degli “integrati”. I Tg di giovedì 16 aprile”

Rifugiati, Unhcr: “Vittime delle frontiere in aumento, 5 morti ogni 100 arrivati”

All’incontro promosso alla Lumsa dagli studenti di “Good morning youth” la portavoce dell’Agenzia Onu per i Rifugiati ribadisce l’importanza dell’istituzione di un canale umanitario e denuncia: “Vediamo accolti con indifferenza gli appelli che facciamo” ***dal Redattore Sociale, 24 marzo 2015 – “Il numero delle vittime è in aumento, sono morte 5 persone ogni 100 che sono arrivate,Continua a leggere “Rifugiati, Unhcr: “Vittime delle frontiere in aumento, 5 morti ogni 100 arrivati””

Dalla discoteca alla jihad. Occidentali i destinatari del messaggio terroristico

Dal Redattore sociale, 10 marzo 2015. Tecniche holliwoodiane, montaggi veloci, la narrazione del Califfato ha convinto migliaia di giovani a partire verso la jihad, rifiutando la cultura europea. Morcellini (Università Sapienza) accusa: “La stampa italiana non sa reagire alla narrazione del Califfato”. ROMA, 10 marzo 2015 – Video realizzati con perizia hollywoodiana, perfetta scelta deiContinua a leggere “Dalla discoteca alla jihad. Occidentali i destinatari del messaggio terroristico”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti