Tregua globale e guerra solo al coronavirus

Illusione dell’ONU, aggiunge Remocontro nell’articolo che segue. Eppure “niente sarà più come prima” si continua a dire in questi giorni sulla stampa e in televisione. Certo, niente come una pandemia globale come questa, che obbliga intere popolazioni a condividere la medesima sofferenza per la malattia e la morte ovunque diffuse da un nemico comune, staContinua a leggere “Tregua globale e guerra solo al coronavirus”

La Turchia colpisce soldati Usa, civili curdi in fuga, torna ex Isis

Martedì 15 ottobre, alle 17,30 ci sarà una manifestazione contro la guerra in piazza del Pantheon, a Roma. Oltre a far strage di Curdi, l’aviazione turca ha bombardato per errore le forze USA a Kobane. Scappano in centomila, tra cui molti bambini. E alla strage collabora l’ISIS con un’autobomba. USA e UE chiedono la sospensioneContinua a leggere “La Turchia colpisce soldati Usa, civili curdi in fuga, torna ex Isis”

Stragi, torture, fame nello Yemen sotto tiro dell’Arabia Saudita

Qualcuno ricorda quando protestavamo in massa per la guerra nel Vietnam? (nandocan) ***di RemoContro, 9 marzo 2018 – L’Onu e le organizzazioni umanitarie internazionali lanciano appelli, rimasti inascoltati. Le pesanti complicità degli Stati Uniti. 20 milioni di persone tra cui 11 milioni di bambini senza assistenza sanitaria,  i casi di colera sono arrivati a oltre 900mila eContinua a leggere “Stragi, torture, fame nello Yemen sotto tiro dell’Arabia Saudita”

Viminale: 3 comuni su 4 senza migranti, ma 1000 sono già in emergenza

Roma, 17 novembre 2016 – 27.500 migranti sbarcati sulle coste italiane nel solo mese di ottobre, la cifra più alta degli ultimi tre anni. L’anno scorso, stesso mese, furono 8915, meno di un terzo. Sono i dati appena pubblicati dal ministero degli interni, confermati da Frontex, l’agenzia europea della guardia di frontiera e costiera. IntervistatoContinua a leggere “Viminale: 3 comuni su 4 senza migranti, ma 1000 sono già in emergenza”

Il mito della vecchia frontiera

Roma, 26 settembre 2016 – Gli italiani rivogliono le frontiere. Parola (documentata) di Ilvo Diamanti, sulla base di un rapporto dell’Osservatorio sulla sicurezza dei cittadini. Solo il 15% degli italiani (del campione intervistato da Demos) pensa che il trattato di Schengen vada mantenuto, mentre il 48% ritiene che occorre sorvegliare sempre le frontiere e unContinua a leggere “Il mito della vecchia frontiera”

Dalla Libia all’Iraq le nostre guerre per “risolvere le controversie internazionali”

CON NOI AL COMANDO – In Iraq come in Libia, il problema è quello di sapere in quali e quanti pasticci, per usare un eufemismo, ci stiamo infilando. Ieri i governi americano e italiano hanno ribadito che è indispensabile in Libia un governo di unità nazionale per dare il via alla progettata missione ONU sottoContinua a leggere “Dalla Libia all’Iraq le nostre guerre per “risolvere le controversie internazionali””

Mezzo Yemen senza cibo. La fame è tattica di guerra

Da leggere, condividere, copiare e diffondere a quanti hanno ancora dubbi sui crimini dell’Arabia Saudita e sulla connivenza politica dell’Occidente con la medesima. A quanti si illudono che sia possibile arrestare l’accoglienza ai profughi senza diventare moralmente complici della condanna a morte di centinaia di migliaia di nostri simili. A quanti si assumono a cuor leggero laContinua a leggere “Mezzo Yemen senza cibo. La fame è tattica di guerra”

A me m’hanno rovinato le borse. I giornali del 21 gennaio

 Corradino Mineo si chiede, come tanti, se si possa uscire da una crisi che pare essere senza sbocco. Certo che si può, ma non con la “mano invisibile” dei mercati  o qualche aggiustamento superficiale da parte della politica. Quelle che lui definisce “risposte a croce”, secondo me, si possono riassumere in una sola: o “unaContinua a leggere “A me m’hanno rovinato le borse. I giornali del 21 gennaio”

Oltre la commozione e lo sdegno. I Tg di martedì 17 novembre

Guerra o non guerra? Baldazzi ha ragione. La notizia di apertura di ieri avrebbe dovuto essere per tutti l’applicazione dell’articolo 42, chiesta e ottenuta dalla Francia e adottata per la prima volta anche dall’Italia. Più precisamente, la clausola per la difesa comune  è contenuta nell’articolo 42, al punto 7,  del Trattato di Lisbona intitolata ‘DisposizioniContinua a leggere “Oltre la commozione e lo sdegno. I Tg di martedì 17 novembre”

Fuga dal clima avverso come da fame e guerre

Fuggire da una morte causata dal cambiamento climatico non basta a distinguere un rifugiato? (nandocan) ***di Massimo Lauria, 20 ottobre 2015* – Clima avverso e grado di povertà sono le unità di misura delle migrazioni forzate verso i Paesi ricchi: 150 milioni in sei anni, senza contare i morti. E il numero cresce esponenzialmente diContinua a leggere “Fuga dal clima avverso come da fame e guerre”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti