Allarme Palestina

il colpo di mano di una liquidazione iniqua della questione palestinese, dando fuoco alle polveri proprio là dove tutto è cominciato, getterebbe sull’equilibrio già precario del tempo presente un carico insopportabile creando una massa critica pronta ad esplodere.

Gaza massacro, 43 morti 1900 feriti

E’ salito a 43 (fonte Haaretz) il bilancio dei manifestanti palestinesi uccisi nei violenti scontri con l’esercito israeliano lungo la barriera che chiude Gaza. I feriti sono oltre 1900.  ***di Ennio Remondino, 14 maggio 2018 – La Gerusalemme israeliana festeggia tra diplomatici ingessati e figli, Ivanka Trump, madrina del trasferimento della ambasciata Usa da Tel AvivContinua a leggere “Gaza massacro, 43 morti 1900 feriti”

All’Onu veto Usa su Gerusalemme

Roma, 19 dicembre 2017 – Gli Stati Uniti hanno bloccato la risoluzione di condanna su Gerusalemme capitale d’Israele. Soli contro tutti. Gli altri 14 Paesi del Consiglio di sicurezza hanno votato a favore. Compreso un  alleato “storico” degli USA come la Gran Bretagna. Il testo della risoluzione proposta dall’Egitto affermava che «le decisioni e azioniContinua a leggere “All’Onu veto Usa su Gerusalemme”

Gerusalemme effetto Trump, primo morto palestinese

Un palestinese ucciso da soldati israeliani a Gaza, 217 feriti in Cisgiordania. Si appesantisce il bilancio degli scontri che dilagano in tutti i territori occupati. Hamas chiama all’Intifada, la rivolta di popolo. Isolamento Usa sul fronte occidentale e tensioni crescenti in tutto il mondo arabo. Da che parte stanno i Sauditi? si chiedeva l’altro ieriContinua a leggere “Gerusalemme effetto Trump, primo morto palestinese”

Unesco «anti israeliana» e gli Usa escono

Nell’America di Trump non soltanto la Palestina e i palestinesi ma ormai anche le Nazioni Unite, in cui pure svolgono un ruolo di primissimo piano, contano meno della lobby ebraica filoisraeliana e del suo incredibile potere politico e finanziario sulle istituzioni locali. Come prima, più di prima.(nandocan) *** da RemoContro, 15 ottobre 2017 – GliContinua a leggere “Unesco «anti israeliana» e gli Usa escono”

Palestina. Chi soffia sul fuoco

Roma, 1 ottobre 2017 – Martedì 26 settembre nei pressi di Har Adar, colonia di israeliani benestanti poco a nord di Gerusalemme. Al controllo di sicurezza sui pendolari palestinesi, un operaio delle pulizie estrae improvvisamente un’arma e apre il fuoco. Uccide un agente della polizia di frontiera e due guardie della sicurezza civile. Un altro èContinua a leggere “Palestina. Chi soffia sul fuoco”

Oktoberfest in Palestina (video 3′)

Roma, 20 settembre 2017 -Siamo “l’altra faccia della Palestina”, dicono a Taybeh, villaggio interamente cristiano a 30 chilometri da Gerusalemme, dove sabato e domenica scorsi hanno festeggiato con spettacoli, mostre e grandi bevute di birra l’ottava edizione di una piccola Oktoberfest. La tenacia del suo fondatore, l’ex sindaco David Khoury, rientrato dall’America nel 1995 perContinua a leggere “Oktoberfest in Palestina (video 3′)”

Oktoberfest in Palestina (video 3′)

Roma, 20 settembre 2017 -Siamo “l’altra faccia della Palestina”, dicono a Taybeh, villaggio interamente cristiano a 30 chilometri da Gerusalemme, dove sabato e domenica scorsi hanno festeggiato con spettacoli, mostre e grandi bevute di birra l’ottava edizione di una piccola Oktoberfest. La tenacia del suo fondatore, l’ex sindaco David Khoury, rientrato dall’America nel 1995 perContinua a leggere “Oktoberfest in Palestina (video 3′)”

Pulizia etnica dei palestinesi con le colonie ebraiche

Nessuna pace si è rivelata fino ad oggi irraggiungibile come quella fra Israele e i Palestinesi. E tra i fallimenti di Barack Obama negli otto anni della sua politica estera, questo è probabilmente il più rilevante. Per i  riflessi che può avere avuto sulla difficile crisi medio orientale, più grave della mancata chiusura del carcereContinua a leggere “Pulizia etnica dei palestinesi con le colonie ebraiche”

Estremismo musulmano, terrorismo e politica mondiale 

Finalmente una Chiesa controcorrente mette i puntini sulle i. Ne avevamo bisogno (nandocan) ***di S.B. Michel Sabbah*, 28 giugno 2015 – E’ vero che l’estremismo islamico e il terrorismo sono il frutto genuino di una educazione locale musulmana oscurantista. I vari paesi islamici toccati da questo terrorismo cominciano ad aprire gli occhi e danno ordini per cambiare ilContinua a leggere “Estremismo musulmano, terrorismo e politica mondiale “

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti