Netanyahu e i voti dell’ultra destra: «Annetterò la Valle del Giordano»

Sono tante, troppe ormai le micce  applicate alla  polveriera del Medio Oriente dall’azzardo cinico dei governi locali come delle grandi potenze, nella colpevole indifferenza o nella rassegnata impotenza, giudicate voi, della politica europea. L’intera regione potrebbe esplodere da un momento all’altro senza altro preavviso. Invito tutti a condividere e diffondere la lettera aperta inviata daContinua a leggere “Netanyahu e i voti dell’ultra destra: «Annetterò la Valle del Giordano»”

Lo Sgabello

Al pessimismo, tutt’altro che infondato ahimè, sulle prospettive del Paese e delle sue istituzioni Raniero la Valle accompagna un cauto ottimismo (basta una crisi di governo) su quanto potrebbe fare, “oggi, non domani”, il Movimento Cinque Stelle. Ecco allora, come di consueto, il testo della sua newsletter, con l’augurio sincero che l’appello dell’amico Raniero possaContinua a leggere “Lo Sgabello”

Dalla democrazia alla dittatura digitale

Roma, 26 gennaio 2019 – In un giorno non troppo lontano vedremo la democrazia rappresentativa come oggi guardiamo alla monarchia assoluta: qualcosa di obsoleto. E’ la tesi di Casaleggio e dei Cinque Stelle, ribadita giorni fa da Alessandro Di Battista. Che non sia del tutto infondata lo dimostra anche l’affollato dibattito sul rapporto tra popoloContinua a leggere “Dalla democrazia alla dittatura digitale”

Baviera, argine all’ondata di destra in Europa

***di Udo Gümpel*, 15 ottobre 2018 – La politica di destra anti-migranti non sfonda, ma fa guadagnare tanti voti a un partito del “Willkommen”, benvenuti. A vincere è soprattutto un rinato partito Verde che ha portato la bandiera dell’Europa, dei Diritti Umani e dell’inclusione dei Migranti. Per la Csu è una sconfitta storica che mette un punto diContinua a leggere “Baviera, argine all’ondata di destra in Europa”

Le donne brasiliane decidono le elezioni

Anche il Brasile, alla vigilia elettorale, coinvolto in una crisi politica, economica, istituzionale che con l’Italia investe l’intero occidente (nandocan) ***di Livio Zanotti, 3 ottobre 2018 – E’ in condizioni mai viste prima il Brasile che domenica prossima (7 ottobre) va a votare per scegliere il nuovo capo dello stato e rinnovare il Parlamento: polarizzatoContinua a leggere “Le donne brasiliane decidono le elezioni”

PD: congresso o scissione

L’assemblea nazionale a cui si riferisce Marnetto è la stessa che ha eletto nel 2017 l’attuale direzione. Con l’attribuzione su base regionale dei 1000 componenti, con il 69,17% dei voti Renzi aveva ottenuto 700 delegati, Orlando 212, Emiliano 88. Dunque, nonostante la presa di distanza da parte di Franceschini, Martina e altri della componente renziana, i renzianiContinua a leggere “PD: congresso o scissione”

Il Pd a Di Maio: avete vinto, arrangiatevi

Roma, 7 marzo 2018 – Avete vinto, ora arrangiatevi. Il Pd insiste nella sua chiusura autoreferenziale perché ormai la gran parte (renziana) degli iscritti, come forse anche degli elettori, rimasti nel partito si è convinta di rappresentare l’unica soluzione possibile ai problemi del Paese. Dunque la  direzione di lunedì deciderà che, anche con Renzi dimissionario,Continua a leggere “Il Pd a Di Maio: avete vinto, arrangiatevi”

I Nuer,Fini e la perfetta uguaglianza

***di Massimo Marnetto, 24 febbraio 2018 – La tesi di Massimo Fini sul Fatto (“Perché l’astensione preoccupa i padroni”) è che l’uguaglianza non ha bisogno di tutela, né di governanti (“gente che paghiamo perché ci comandi”). A riprova, il giornalista cita l’organizzazione sociale dei Nuer, popolazione del Sudan che non ha gerarchie, deducendo da questaContinua a leggere “I Nuer,Fini e la perfetta uguaglianza”

Cercatori

Ai cercatori di uguaglianza raccomanderei di aggiungere gli altri due principi della rivoluzione francese, libertà e (soprattutto) fraternità (solidarietà), alla base anche della nostra democrazia. Senza il rispetto dei quali l’uguaglianza non sarà mai conquistata né difesa (nandocan). ***di Massimo Marnetto, 26 genaio 2018 – Indecisi, scheda bianca, astenuti: oltre alle tre classiche fasce residualiContinua a leggere “Cercatori”

Rodotà e la Costituzione (video)

Roma, 23 giugno 2017 – Voglio ricordare Stefano Rodotà, che ho avuto il piacere di conoscere e di intervistare varie volte in tv fino da quando eravamo entrambi giovani, con una delle sue tante testimonianze appassionate a difesa della Costituzione, come giurista e come politico. Questo mio video risale a quattro anni fa, “La rivoluzioneContinua a leggere “Rodotà e la Costituzione (video)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti