Vai alla barra degli strumenti

Haftar che stenta in Libia torna a Washington a chiedere ‘consigli’

Intanto giunge notizia che la Cina comunista starebbe continuando a fornire missili all’Arabia Saudita, il più conservatore e reazionario dei regimi del MO di cui è anche il maggior partner commerciale. La disinvoltura degli Stati a cominciare dalle grandi potenze quando si tratta di affari è pari soltanto a quella delle mafie (nandocan)  ***di Remocontro,Continua a leggere “Haftar che stenta in Libia torna a Washington a chiedere ‘consigli’”

Sequestro Abu Omar: Italia colpevole per abuso del segreto di Stato

La Corte europea dei diritti umani ha condannato l’Italia per il rapimento e la detenzione illegale dell’ex imam Abu Omar. Le autorità italiane erano a conoscenza che Abu Omar era stato vittima, nell’agosto di dieci anni fa, di un’operazione di “extraordinary rendition” ( in realtà si è trattato di un vero sequestro di persona) daContinua a leggere “Sequestro Abu Omar: Italia colpevole per abuso del segreto di Stato”

Oppure dire no!

“Noi zitti, immobili. Per non dispiacere alla Merkel”, scrive Mineo a proposito delle minacce dell’Eurogruppo alla Grecia. Indulgendo, come tutti noi, al personalismo di moda. In realtà, per non dispiacere ai creditori e alle grandi banche, che dalla Merkel si sentono rappresentati. Oggi fanno i prepotenti con Tsipras e la Grecia, domani potrebbero farlo conContinua a leggere “Oppure dire no!”

Stati Uniti, dopo il rapporto del Senato sulle torture della Cia deve muoversi la giustizia

Ringrazio il portavoce di A.I. per il commento a questo ennesimo documento di ipocrisia internazionale. A leggerlo, verrebbe da concludere che il mondo è ancora diviso tra Stati che torturano e invadono sventolando la bandiera dei diritti umani e Stati che lo fanno senza aggiungere spiegazioni o addirittura infischiandosene. Che cosa è peggio? Ma èContinua a leggere “Stati Uniti, dopo il rapporto del Senato sulle torture della Cia deve muoversi la giustizia”

Ravvedimento operoso. Caffè del 10

da corradinomineo.it – Dopo 7 giorni di annebbiamento, in cui aveva usato ogni genere di espediente per prendere le distanze dalla realtà e parlar d’altro -“approvato il jobs act, l’Italia cambia”, “mi fa schifo” (la politica romana) “ora ci pensa Orfini”, “partecipare a una cena non vuol dire niente”, “processi brevi, poi si vedrà” –Continua a leggere “Ravvedimento operoso. Caffè del 10”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: