Se manca l’acqua

A chi, tra i cattolici tradizionalisti e i “laici devoti”, protesta per la “tentata chiusura” delle chiese e la sospensione di messe e funerali in ottemperanza al divieto di assembramento  Raniero La Valle propone una fede dal volto umano e probabilmente – sia detto con tutta la prudenza di un “laico” – anche più cristiano, quellaContinua a leggere “Se manca l’acqua”

La canzone delle canzoni

Nella newsletter di oggi, Raniero la Valle allega con entusiasmo il link al video di Raiplay con l’intervento di Roberto Benigni al festival di Sanremo e la sua esegesi e lettura biblica del Cantico dei Cantici. Certo molta acqua è passata sotto i ponti, non solo nella pastorale ecclesiastica ma anche al Festival di San RemoContinua a leggere “La canzone delle canzoni”

Non abbiamo bisogno (di un partito cattolico)

“Non abbiamo bisogno” si intitolava un’enciclica scritta insolitamente in italiano dal Papa Pio XI e conteneva un’energica protesta per le vessazioni messe in atto dal regime fascista contro l’Azione  Cattolica di allora, che considerava la “pupilla dei suoi occhi”. “Non abbiamo bisogno di annunciare a voi, venerabili fratelli, gli avvenimenti che in questi ultimi tempi hannoContinua a leggere “Non abbiamo bisogno (di un partito cattolico)”

Il Papa scomodo

E’ il titolo della puntata che Tg2 Dossier, programma televisivo al quale collaborai a suo tempo fin dai primissimi numeri, trasmetterà domani, sabato 3 marzo alle 23,15. Racconta i primi cinque anni “rivoluzionari” di Papa Francesco attraverso le considerazioni e il giudizio di eminenti personalità. L’autore, Enzo Romeo, me ne ha fatto pervenire la trascrizioneContinua a leggere “Il Papa scomodo”

I Tg di mercoledì 1 giugno

***di Lorenzo Coletta – Aperture una volta tanto differenziate per l’informazione di serata. A tener banco sulle testate Rai sono l’appello lanciato dal Presidente della Repubblica all’unità, sia nazionale che europea, nell’affrontare l’emergenza migranti, e il confronto tra la Cei ed il Ministero degli Interni sui limiti dell’accoglienza (apertura anche per Tg4). Allo scambio tra MonsignorContinua a leggere “I Tg di mercoledì 1 giugno”

Il voto per i “compiti a casa”. I Tg di martedì 17 maggio

Il voto sarebbe quello dell’Europa che concede 14 miliardi di flessibilità  per  premiare “la crescita di credibilità dell’Italia”. L’ “osservatorio” di Alberto Baldazzi aggiunge il suo voto sui tg: bene quelli RAI che riprendono la soddisfazione di Renzi, male “le cassandre” di Mediaset che temono per la legge di stabilità. Tranne, s’intende,  il nuovo eContinua a leggere “Il voto per i “compiti a casa”. I Tg di martedì 17 maggio”

Le unioni dividono, perché? I Tg di martedì 10 maggio

Alberto Baldazzi ha deciso di mettere da parte ogni scrupolo non solo di osservatore imparziale ma anche semplicemente di osservatore dei telegiornali per entrare completamente nel ruolo di corsivista della politica. E dopo l’esordio trionfalistico sulle unioni civili “storico passaggio di civiltà”, si dispiace che i teleutenti rimangano “schiacciati sotto il peso delle diatribe politicheContinua a leggere “Le unioni dividono, perché? I Tg di martedì 10 maggio”

“Nemo propheta in patria”: Renzi o Bersani? I Tg di lunedì 19 ottobre

“Nemo propheta in patria”, scrive Coletta (anche Mentana?) alludendo, a mio avviso con troppa leggerezza,  alla politica economica di un governo che si autodefinisce di centro sinistra ma piace alla confindustria e alla destra, non solo a qualche burocrate di Bruxelles. Altri autorevoli commentatori, perfino sui giornali moderati, preferiscono parlarne di riedizione, a cura dell’exContinua a leggere ““Nemo propheta in patria”: Renzi o Bersani? I Tg di lunedì 19 ottobre”

Oppure dire no!

“Noi zitti, immobili. Per non dispiacere alla Merkel”, scrive Mineo a proposito delle minacce dell’Eurogruppo alla Grecia. Indulgendo, come tutti noi, al personalismo di moda. In realtà, per non dispiacere ai creditori e alle grandi banche, che dalla Merkel si sentono rappresentati. Oggi fanno i prepotenti con Tsipras e la Grecia, domani potrebbero farlo conContinua a leggere “Oppure dire no!”

Le omissioni di Mediaset. I Tg di giovedì 12 marzo

 Nell’encomiabile edizione di ieri dell’osservatorio Tg, Alberto Baldazzi segnala “l’immancabile assenza” nei telegiornali di Mediaset  di qualsiasi riferimento non soltanto all’editoriale del quotidiano della CEI che, nel caso del processo Ruby, richiama alla distinzione “tra la condanna (o l’assoluzione) giudiziaria e quella morale”, ma anche alla presa di posizione dell’Associazione nazionale magistrati contro chi vorrebbe “punire” iContinua a leggere “Le omissioni di Mediaset. I Tg di giovedì 12 marzo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti