Vai alla barra degli strumenti

Canone bollito

Da aggiungere all’elenco di Vincenzo Vita, insieme alla controriforma RAI appena avviata, le nomine di provenienza Mediaset alle prime due direzioni di rete e la significativa assegnazione a Daria Bignardi, “storica” conduttrice del “Grande Fratello”, della terza rete che fu di Angelo Guglielmi. Auguri (nandocan). ***da Vincenzo Vita, 18 febbraio 2016 – Dopo l’indubbio successo diContinua a leggere “Canone bollito”

Sangue chiama sangue. I Tg di lunedì 15 febbraio

 ***di Lorenzo Coletta – Le tremende immagini che giungono dal confine siriano con la Turchia, dove 5 ospedali e due scuole sono stati bombardati – apparentemente dall’aviazione russa – provocando decine di vittime civili, si impongono in apertura su Tg1, Tg3 e Tg La7. Damasco accusa l’America, mentre la Turchia (che nelle stesse ore haContinua a leggere “Sangue chiama sangue. I Tg di lunedì 15 febbraio”

La “Pax televisiva” che danneggia la Rai e favorisce SKY e Mediaset

Se ben ricordo il presidente del consiglio, a chi lo accusava di voler mettere le mani sulla governance della RAI, aveva risposto che se avesse avuto questa intenzione bastava che lasciasse le cose così come stanno con la legge Gasparri. Infatti la riforma non arriva, forse proprio perché il cambiamento che gli interessa, spostare ilContinua a leggere “La “Pax televisiva” che danneggia la Rai e favorisce SKY e Mediaset”

Rai, Margiotta, “prima la mission e poi canone e governance”

 Salvatore Margiotta, senatore del Partito Democratico e Vicepresidente della Commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai, in un’intervista sul sito di Articolo21 interviene sul futuro della Rai fra riforma, pagamento del canone e introiti pubblicitari, compiti e direzione del servizio pubblico, ecc.(nandocan) ***intervista di Renato Parascandolo, 14 novembre 2014 – Senatore Margiotta, entro il mese di novembreContinua a leggere “Rai, Margiotta, “prima la mission e poi canone e governance””

Il mistero del canone

Vuoi vedere che tra gli accordi del nazareno c’è anche quello di ridurre la RAI alla miseria a tutto vantaggio di mediaset? A parte che il “taglio” del canone, come quelli agli altri servizi pubblici, andrebbe sempre a danno dei cittadini meno abbienti, quelli che per vedere un film non preistorico o uno spettacolo decente nonContinua a leggere “Il mistero del canone”

Riforma della Rai. Si può fare in sessanta giorni e in cinque mosse

Mmmm, rottamazione dei partiti e dei governi, lotta all’evasione del canone, beh Vittorio non esagerare, questa sì che è megalomania, servono solo 150 milioni per fare cassa, accontentiamoci  di una piccola, sana misura liberista e diamo a qualche caporale coraggioso il costoso fardello di amministrare e gestire Rai Way…Non sarà difficile visto che Rai WayContinua a leggere “Riforma della Rai. Si può fare in sessanta giorni e in cinque mosse”

Rai: governo calendarizzi su fonte nomina e anticipi rinnovo convenzione

Lo sciopero proclamato dai giornalisti RAI contro l’annunciato decreto del governo ( incostituzionale anche per l’ex presidente della Corte Alessandro Pace), che taglierebbe i proventi del canone annuo di 150 milioni, con la ventilata svendita di RAI way e il probabile ridimensionamento delle sedi regionali, ha dato il via ad un vivace dibattito politico e sindacale che invitoContinua a leggere “Rai: governo calendarizzi su fonte nomina e anticipi rinnovo convenzione”

Rai e numi tutelari. Botta e risposta di Bonaccorsi (Pd) e Di Trapani (Usigrai)

21 maggio 2014 – Tensione e nervosismo di questa vigilia elettorale, nonostante le rassicurazioni di Renzi (“loro insulteranno, noi governeremo”), devono aver contagiato anche qualche deputato del Pd come Lorenza Bonaccorsi (da non confondere con Ilaria, candidata alle europee per lo stesso partito) che per polemizzare con Grillo ieri ha preso di mira (sbagliando il tiro)Continua a leggere “Rai e numi tutelari. Botta e risposta di Bonaccorsi (Pd) e Di Trapani (Usigrai)”

Usigrai: Renzi parli di sprechi veri e progetti concreti

Gli sprechi veri probabilmente ci sono, ma non riguardano le risorse che la RAI impiega quando svolge servizio pubblico, semmai quelle investite nei mega-show commerciali a cui è stata costretta da una competizione forzosa con Mediaset, grandi appalti e star a volte strapagate. Come l’Isola dei famosi, non a caso ora felicemente traslocata sulle tv diContinua a leggere “Usigrai: Renzi parli di sprechi veri e progetti concreti”

Serve più servizio pubblico e più libero

Il Segretario Generale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana e membro del Comitato direttivo del Sindacato mondiale di categoria (Ifj), Franco Siddi,  in un incontro con il Segretario dell’Usigrai, Vittorio Di Trapani, ha ribadito l’impegno della Fnsi e del Sindacato internazionale dei giornalisti (Ifj) per la difesa e il rilancio del servizio pubblico radiotelevisivo. LeContinua a leggere “Serve più servizio pubblico e più libero”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: