Renzi “a patti” col (suo) partito.Ma quando?

Congresso anticipato a quando? Sembra che l’osservatorio tg trascuri questo piccolo particolare, tutt’altro che irrilevante. Perché se la data annunciata è quella del novembre 2016, la “promessa” di Renzi sarebbe solo un altro tentativo gratuito di tenersi buona la sinistra del partito, e magari di una parte dell’elettorato, fino a quando l’esito del referendum/plebiscito diContinua a leggere “Renzi “a patti” col (suo) partito.Ma quando?”

Chiamata alle armi. Caffè del 26 aprile

 Sull’invio di soldati in Libia ho più perplessità di quante ne dimostri in conclusione, nell’articolo che segue, Corradino Mineo. Proprio perché credo che i tanti interrogativi giustamente posti dal collega molto difficilmente avranno risposta esauriente. E non mi pare che, a parte l’intensificarsi delle pressioni occidentali e di Obama in particolare, sia già avvenuto il cambiamentoContinua a leggere “Chiamata alle armi. Caffè del 26 aprile”

Panama Papers, evasione fiscale planetaria: ecco i nomi

***Per prima cosa un grazie ai colleghi dell’Espresso e delle altre 107 redazioni del mondo che hanno avuto la pazienza di studiare e analizzare in segreto per più di un anno quasi cinque milioni di email e oltre due milioni di documenti.pdf . Una fatica mostruosa, ma anche una delle rare occasioni in cui oggi è possibileContinua a leggere “Panama Papers, evasione fiscale planetaria: ecco i nomi”

Latouche racconta una favoletta idiota. Altro che “decrescita felice”.

“Avanti con la crescita”, è la parola d’ordine, il mantra che non si può fare a meno di recitare ad ogni incontro internazionale. Come Matteo Renzi al G 20:“dobbiamo cambiare strategia, l’Europa deve cambiare gioco e puntare di più su crescita e occupazione, come ci hanno suggerito Barack Obama e David Cameron.” Quelle di ObamaContinua a leggere “Latouche racconta una favoletta idiota. Altro che “decrescita felice”.”

Papa Francesco: l’incontro con i centauri in sella alle Harley Davidson.

di Piero Schiavazzi, 16 giugno 2013* – Al posto dei cosacchi di Stalin, che avrebbero dovuto abbeverare i cavalli nelle fontane di Piazza San Pietro, sono invece arrivati i centauri, ebbri di gasolio, a riempire di traboccante vitalità il giorno dell’Evangelium Vitae. Meglio degli inni della Schola Cantorum e dei canoni di una liturgia ingessata, leContinua a leggere “Papa Francesco: l’incontro con i centauri in sella alle Harley Davidson.”