Oppure dire no!

“Noi zitti, immobili. Per non dispiacere alla Merkel”, scrive Mineo a proposito delle minacce dell’Eurogruppo alla Grecia. Indulgendo, come tutti noi, al personalismo di moda. In realtà, per non dispiacere ai creditori e alle grandi banche, che dalla Merkel si sentono rappresentati. Oggi fanno i prepotenti con Tsipras e la Grecia, domani potrebbero farlo conContinua a leggere “Oppure dire no!”

L’inesauribile filone della corruzione. I Tg di lunedì 16 marzo

***di Alberto Baldazzi – Se non si trattasse della realtà si potrebbe pensare alla mediocre sceneggiatura di un serial televisivo che ogni settimana deve sfornare l’ennesima puntata dedicata alla corruzione. Quasi tutti i Tg aprono sull’inchiesta della magistratura fiorentina che ha scoperchiato l’ennesimo pentolone del malaffare, mescolato questa volta non da una figura di secondo piano maContinua a leggere “L’inesauribile filone della corruzione. I Tg di lunedì 16 marzo”

Un Papa “sorprendente”. I Tg di venerdì 13 marzo

Che le iniziative di un Papa “comunista”, banalità mediatica su cui lui ha spesso ironizzato, siano sottovalutate sui telegiornali di Berlusconi non mi pare così difficilmente spiegabile (come scrive Baldazzi). E ben motivata mi pare l’attenzione al suo “presentimento”, che Bergoglio avrebbe confessato in un’intervista alla tv messicana, di un “pontificato breve”. L’annuncio di un AnnoContinua a leggere “Un Papa “sorprendente”. I Tg di venerdì 13 marzo”

Le omissioni di Mediaset. I Tg di giovedì 12 marzo

 Nell’encomiabile edizione di ieri dell’osservatorio Tg, Alberto Baldazzi segnala “l’immancabile assenza” nei telegiornali di Mediaset  di qualsiasi riferimento non soltanto all’editoriale del quotidiano della CEI che, nel caso del processo Ruby, richiama alla distinzione “tra la condanna (o l’assoluzione) giudiziaria e quella morale”, ma anche alla presa di posizione dell’Associazione nazionale magistrati contro chi vorrebbe “punire” iContinua a leggere “Le omissioni di Mediaset. I Tg di giovedì 12 marzo”

Duelli a sinistra e destra (I Tg di martedì 24 febbraio)

***di Osservatorio Tg – Tg3 e TgLa7 aprono sulla Grecia e sul faticoso compromesso tra Atene e Bruxelles: Draghi appare poco convinto degli impegni assunti da Tsipras, ma anche in patria il premier ellenico incontra critiche accese dai delusi della rivoluzione anti austerity. Tg1 e Tg2 scelgono la trasferta di Mattarella, in treno e in tram, in ToscanaContinua a leggere “Duelli a sinistra e destra (I Tg di martedì 24 febbraio)”

Salvate le banche, non la gente! Caffè del 18

Sembra che Obama, l’ONU e Gentiloni, nell’ordine, stiano recuperando un po’ di buon senso e abbiano rinunciato a “combattere”, in attesa di “una vasta alleanza di tribù libiche, appoggiata da stati arabi e sunniti”, decisamente di là da venire. Non è solo il buon senso a prevalere, ma anche l’intelligenza politica e diplomatica di RomanoContinua a leggere “Salvate le banche, non la gente! Caffè del 18”

Catania, Italia. I Tg di giovedì 12 febbraio

 ***di Alberto Baldazzi– La storia, drammatica ed emblematica, della neonata di Catania per la quale non si trova una culla in terapia intensiva e che muore a poche ore di vita durante il disperato trasporto all’ospedale di Ragusa, è doverosamente presente su tutte le testate, con Tg4 e Studio Aperto che dedicano l’apertura e pocoContinua a leggere “Catania, Italia. I Tg di giovedì 12 febbraio”

La frontiera del denaro e quella del mare. I Tg di lunedì 9 febbraio

***di Alberto Baldazzi– Sembra che Enrico Mentana abbia letto la nostra analisi di venerdì; questa sera “recupera” e TgLa7 mette la politica nell’ultima parte dell’edizione, dedicando meritoriamente l’apertura ai 7.500 italiani che non avevano spazio in casa per riporre qualche decina di miliardi o, in alternativa, non trovano “comodo” depositarli nella banca sotto casa. PerContinua a leggere “La frontiera del denaro e quella del mare. I Tg di lunedì 9 febbraio”

Dopo il banchetto del Quirinale, nei Tg torna la solita minestra

***I Tg di lunedì 2 febbraio – Terminato il match del Quirinale (che nel week-end qualche soddisfazione ha dato agli spettatori), e nell’attesa del giorno dell’insediamento di Mattarella sul Colle, la politica “rientra nei ranghi” offrendoci il solito spettacolo a base di dichiarazioni, posizionamenti, sondaggi e commentatori. Su Tg3 Ezio Mauro fa il punto sull’indiscutibileContinua a leggere “Dopo il banchetto del Quirinale, nei Tg torna la solita minestra”