Messico, ucciso Valdez, la guerra del narco-stato al giornalismo contro

***di Ennio Remondino, 17 maggio 2017 – Otto vittime da inizio anno, più di un morto al mese nella guerra che quasi nessuno racconta. Caccia al giornalista curioso, in Messico, se sei dalla parte dei narcos che comandano o se denunci in maniera troppo aperta le evidenti complicità dello Stato. Ieri nello stato nord-occidentale diContinua a leggere “Messico, ucciso Valdez, la guerra del narco-stato al giornalismo contro”

Messico, ucciso Valdez, la guerra del narco-stato al giornalismo contro

***di Ennio Remondino, 17 maggio 2017 – Otto vittime da inizio anno, più di un morto al mese nella guerra che quasi nessuno racconta. Caccia al giornalista curioso, in Messico, se sei dalla parte dei narcos che comandano o se denunci in maniera troppo aperta le evidenti complicità dello Stato. Ieri nello stato nord-occidentale diContinua a leggere “Messico, ucciso Valdez, la guerra del narco-stato al giornalismo contro”

La Francia nel pallone. I Tg di martedì 14 maggio

Forse qualcosa è sfuggito a me come a Baldazzi ma non mi pare di aver notato, fra i tanti servizi sulle manifestazioni sindacali e soprattutto sui disordini del Paese vicino, qualche spiegazione dei motivi per cui i lavoratori scendono in piazza contro la loi travail, se non il riferimento ad un imprecisato Jobs Act francese. SarebbeContinua a leggere “La Francia nel pallone. I Tg di martedì 14 maggio”

La meglio gioventù. I Tg di venerdì 5 febbraio

***di Alberto Baldazzi – L’assassinio di Giulio Regeni continua ad assorbire buona parte dell’informazione di serata: aperture per tutte le testate, 3 titoli per Tg La7 e almeno un terzo di edizione su Tg4 e Studio Aperto. Da ieri ad oggi poco è cambiato, se si escludono i due arresti di cui tuttora non siContinua a leggere “La meglio gioventù. I Tg di venerdì 5 febbraio”

Trent’anni senza Giancarlo Siani. Cosa cambia dopo il ricordo e la ricorrenza?

Io credo che non cambi niente se non cresce, molto più di quanto sia avvenuto finora, la solidarietà con i cronisti più esposti. Quelli vivi, intendo. Solidarietà da parte dei colleghi, anzitutto, a cominciare dal direttore e dal capocronista, che hanno il dovere di incoraggiarli e di assisterli. Da parte dei cittadini lettori, che impediscanoContinua a leggere “Trent’anni senza Giancarlo Siani. Cosa cambia dopo il ricordo e la ricorrenza?”

Tanti numeri, grande confusione (I Tg di lunedì 2 marzo)

Complimenti a Baldazzi per la rassegna di oggi, sobria, puntuale, completa. La ridicola enfasi dei giornali dei giorni scorsi sul + 0,1 di crescita dell’economia e sui dati fluttuanti dell’occupazione  non mi sembrava degna di un’informazione corretta e dignitosa. (nandocan)  ***di Osservatorio Tg – I Tg di serata “si impiccano” sui dati 2014 della disoccupazione forniti dall’Istat, cosìContinua a leggere “Tanti numeri, grande confusione (I Tg di lunedì 2 marzo)”

Padre Romero: (nostro) Santo subito!

Trentacinque anni di attesa per quello che avrebbe dovuto essere annunciato subito. Non dimenticherò mai quei giorni del marzo 1980, lo sdegno di padre David Maria Turoldo, al quale ero molto vicino, per la fredda reazione della Chiesa alla notizia dell’assassinio. La forza evocativa della sua voce tonante: “Non abbiamo un Papa che vada a concludereContinua a leggere “Padre Romero: (nostro) Santo subito!”