Senza l’articolo 18 nel mondo dell’informazione si sarebbero consumate ancora più ingiustizie e discriminazioni

Credo che la divisione della sinistra sarebbe oggi meno evidente se il segretario del PD non avesse preso così clamorosamente le distanze da una manifestazione nazionale del più grande sindacato dei lavoratori (e viceversa, naturalmente). Non c’è da rallegrarsene. Quanto a me, sono cresciuto in un’altra Firenze dove quasi nessuno sapeva di una stazione abbandonataContinua a leggere “Senza l’articolo 18 nel mondo dell’informazione si sarebbero consumate ancora più ingiustizie e discriminazioni”

L’abrogazione dell’art. 18 indebolisce la legalità

Molti non capiscono. Una battaglia inutile, pensano. E quando qualcuno osserva loro che si tratta di un simbolo, della difesa di un valore fondamentale, alzano le spalle. Ideologia, sbuffano, se vogliamo investimenti e lavoro, è ora di buttarla via. Non capiscono che rinunciare al reintegro vuol dire tornare all’antica concezione del lavoro servile. Eppure nonContinua a leggere “L’abrogazione dell’art. 18 indebolisce la legalità”

Falsi argomenti per la crociata contro l’articolo 18

Chiunque ha vissuto a lungo in un’azienda, pubblica o privata, sa bene che spesso la “fedeltà”, l’omertà, la rinuncia alla difesa dei propri diritti, il conformismo politico come quello aziendale sono apprezzati più della competenza e della diligenza nell’esercizio del proprio mestiere. Questa è anche la mia personale esperienza e di molti altri che ho conosciuto.Continua a leggere “Falsi argomenti per la crociata contro l’articolo 18”