Acciacchi ma…

Che sian gli dei o il cigolio del carro a questa pena dannar la mia sorte non avrò più la grazia del ramarro che scivola sull’anca e se ne fotte. Il mio destino è la zuppa di farro con brodo di verdura e prugne cotte, qualche goccia a placare il catarro e un sonnifero aContinua a leggere “Acciacchi ma…”