Stato di grazia

***di Giovanni Lamagna, 28 settembre 2021

Ho fatto caso in più circostanze (ma credo non sia una esperienza solo mia) che quando devo affrontare un passaggio faticoso, doloroso o anche solo fastidioso, provo un’ansia e una preoccupazione maggiori quando la “prova” (definiamola così) dista giorni o settimane. Minori quando essa si avvicina o addirittura il giorno in cui poi la devo affrontare davvero.

E’ come se nel momento preciso della “prova” il mio spirito si rilassasse, o, forse, al contrario, si concentrasse al massimo, utilizzando tutte le sue risorse e potenzialità; e, quindi, risultasse più forte, più coraggioso; quasi lo investisse uno “stato di grazia”, specifico, adatto ad affrontare e superare nel migliore dei modi la “prova” a cui ero stato chiamato.

Articoli recenti:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: