Schizzi di arroganza

***di Massimo Marnetto, 20 giugno 2021 – Stecca del Tar*. Con una sentenza ordina alla Rai di rivelare le fonti di Report sulle consulenze dell’avvocato Mascetti di area leghista, ottenute da amministrazioni leghiste.

I giudici amministrativi – visto che la RAI è pubblica – considerano il programma di inchiesta come un procedimento pubblico, verso il quale ammettono l’ “accesso agli atti”. Devastando, con questa equazione impropria, non solo la logica, ma la tutela delle fonti, il cardine del giornalismo investigativo nei paesi democratici.  

La RAI ricorrerà e Ranucci non cede. Ma a prescindere dagli esiti della vicenda, colpiscono le prove tecniche  di “orbànismo” della destra. Ovvero l’azzeramento del giornalismo di controllo e di ogni forma di dissenso, che il despota ugherese ha imposto dopo aver conquistato il potere.

Schizzi di arroganza che per ora vengono dal bollore dei sondaggi della destra, ma che un eventuale suo ingresso al Governo potrebbero trasformarsi in una colata di censura. Svegliamoci adesso,  quando i tentativi antidemocratici sono ancora reversibili. Dopo sarebbe tardi.

*Il Tribunale amministrativo Regionale del Lazio. A ottobre 2020 Report aveva mandato in onda un servizio intitolato “Vassalli, valvassori e valvassini” che indagava sugli appalti pubblici in Lombardia e tra le altre cose citava alcune consulenze date a Mascetti da enti locali amministrati da esponenti della Lega (Il Post).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: