Prove tecniche di squadrismo fascista

***di Massimo Marnetto, 10 ottobre 2021

Gruppi violenti di destra hanno trasformato la manifestazione dei contrari al green pass in un attacco sovversivo al Parlamento (fallito) e alla CGIL (riuscito). Tante sono le analogie che rimandano all’affermazione del fascismo giusto un secolo fa. Come la sottovalutazione, allora, della violenza contro sindacati e giornali, e di un antisemismo nascente poi deflagrato. Situazione del tutto simile alla rimozione oggi dell’odio, che sceglie come bersaglio un grande sindacato, spinge alle crescenti aggressioni dei giornalisti, riaffiora nelle uscite antisemite del candidato di destra, Michetti.

Molti minimizzano. Ma il messaggio dei neofascisti è chiaro: il fascismo non è storia ferma, ma è attivo ed è pronto a rinascere oggi come ieri, sfruttando l’esitazione delle istituzioni, l’inerzia degli indifferenti e attaccando stampa e sindacati per ristabilire violenza e censura. Per fermarlo ci vuole consapevolezza e mobilitazione, perché il fascismo c’è, si sta propagando e va fermato ora. Con vigilanza democratica.

Articoli recenti:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: