Gramigna

***di Massimo Marnetto, 7 ottobre 2021

Ho votato il PD dalla sua fondazione fino a quando è arrivato Renzi. Da allora, sono in diaspora. Speravo che Letta potesse ripulire il partito dal renzismo e dargli una linea finalmente orientata alla giustizia sociale. La proposta di tassare i grandi patrimoni e le grandi successioni mi ha fatto ben sperare. Ma ora vedo che non ne parla più e vuole persino riconciliarsi con Renzi, per interposto Calenda. 

Questo non è il nuovo Ulivo, ma la vecchia gramigna di un partito che cerca voti a destra. Cioè, né carne né pesce. Che riprende consenso solo quando dai tombini esce il rigurgito nauseabondo del fascismo latente. Ma senza mai una presa di posizione chiara a favore dei lavoratori, degli ultimi, degli onesti. Non si prendono più voti volendo piacere a tutti, ma rimettendo le scelte in sintonia con i valori.

Articoli recenti:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: