Golpe omeopatico

***di Massimo Marnetto, 15 gennaio 2022

Carri armati in strada? Che volgarità: qui da noi si sta organizzando un raffinato ”golpe omeopatico” con l’elezione di B al Quirinale. Un’eventualità che sembra al massimo stravagante, ma che invece metterebbe in moto un processo di degenerazione progressiva – ma a piccole dosi – delle istituzioni democratiche, non per contrasto esterno, ma per svuotamento interno. Con un susseguirsi di sostituzioni di amici negli organi di controllo repubblicano, dalla Corte Costituzionale, ai vertici del Csm.

Tempo pochi mesi e il processo diventerebbe irreversibile, a causa della totale manomissione delle strutture di rilevazione di atti incostituzionali. Inoltre, il ”protettore delle olgettine” con una Rai infiltrata e con le sue televisioni controllerebbe i media, per camuffare lo smantellamento della Costituzione come ”modernizzazione”; sviare l’attenzione dalle depenalizzazioni mirate all’impunità di gregge per l’intera casta; esaltare il suo avvento a base di sanatorie edilizie, condoni fiscali, decreti di grazia agli ergastolani mafiosi e altri ricchi cotillons. Insomma, quando parliamo di B presidente della Repubblica, non stiamo analizzando l’innocua ambizione di un eccentrico vecchietto, ma decidendo il futuro della nostra Democrazia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: