Draghi-blob

***di Massimo Marnetto, 3 novembre 2021

Si può “draghettare” la Costituzione da parlamentare a semi presidenziale?  Sì, basta un auricolare impiantato nel cranio di un premier qualsiasi, purché collegato a Draghi Presidente della Repubblica. Formalmente ognuno svolge il proprio ruolo: di fatto, a “guidare il convoglio” sarebbe sempre Lui.

E’ Giorgetti, in stato etilico triste, ad avanzare questa proposta, fiutando l’irrefrenabile voglia dei politici di clonare Draghi per avere a disposizione tanti esemplari quanti sono i posti dove servirebbe un uomo dell’onnipotenza. 
Colpa forse della desertificazione della classe dirigente politica o dell’allerta meteo che annuncia un diluvio di presentazioni del nuovo libro di Vespa.

Ma la dragogenesi pare inarrestabile, visto che la creatura nata dall’improvvido incrocio in laboratorio tra un banchiere e uno sciamano non ha antagonisti in natura. Per contrastarne l’ipertrofico effetto-Blob, sembra che gli oppositori – disperati – siano orientati verso una scelta estrema: contrapporgli alle presidenziali Damiano dei Maneskin (ma la notizia è ancora riservata).

Articoli recenti:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: