Disinformatia ed eco-libertà

***di Massimo Marnetto, 15 settembre 2021

Volete la transizione ambientalista? Preparatevi a diventare eco-poveri. Il Ministro Cingolani non l’ha detto in modo così esplicito, ma il messaggio è passato quando ha parlato di un rincaro brutale del 40 per cento della bolletta energetica delle famiglie. Poi ha chiuso la stalla con rassicurazioni di “mitigazione dei costi”, ma intanto i buoi erano usciti. Ovvero parole mirate a far percepire la transizione verso energie rinnovabili come insostenibile per l’economia e quindi a forte impatto sul tenore delle famiglie. 

Il sillogismo è falso nella premessa. Perché è vero che il prezzo del gas è salito per l’incetta delle nazioni in vista della decarbonizzazione industriale e per l’accresciuto controvalore del CO2 emesso. Ma è anche noto che più si estende la produzione di energie rinnovabili e meno si dipende dal gas. Questa disinformatia va contrastata con impegno.  Altrimenti la transizione energetica verrà sempre più avversata dagli ignari come causa di eco-povertà. Proprio quello che vorrebbe la lobby del fossile. 

Articoli recenti:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: